Se siete genitori di bambini piccoli vi potrà capitare di vedere vostro figlio essere estremamente interessato ai dinosauri.

Potrebbe riuscire ad imparare ogni più piccolo aspetto di questi animali vissuti centinaia di migliaia di anni fa, compresi tutti i lori strani nomi, il loro peso e persino cosa mangiavano. Questo però non deve preoccupare perché un recente studio scientifico ha dimostrato che i bambini attratti dai dinosauri sono in media più intelligenti e dimostrano maggiori capacità cognitive.

Sono tanti i bambini che provano un interesse smisurato nei confronti di queste creature, quasi un bambino su tre. La fascia di età tipica in cui si sviluppa questa passione è quella che va dai 2 ai 6 anni, non a caso il periodo in cui è più accesa la fantasia.

Quando al centro degli interessi del bambino ci sono i dinosauri, gli studiosi hanno rilevato una soglia più alta di attenzione, una più spiccata capacità di elaborazione delle informazioni e di concentrazione. Questo perché per giocare con i dinosauri, animali estinti e quindi di “fantasia”, i bambini non si possono mostrarsi passivi, ma partecipano attivamente al giococostruendo un’impalcatura con informazioni che solo una ricerca approfondita può garantire.

I bambini che amano i dinosauri leggono molto a riguardo, si interrogano e indagano per arricchire il bagaglio di elementi che servirà loro per giocare. Ecco perché hanno un’intelligenza superiore alla media.