Una bolla di sapone che resiste 465 giorni

Quanto sono belle, le bolle di sapone! Tutti i bambini ci giocano, incantati dal fenomeno della creazione tramite il soffio di sfere perfette e trasparenti, in grado di volare, anche se per pochi secondi. Un team di scienziati ha portato a termine una ricerca collegata al mondo delle bolle di sapone. La ricerca ha sviluppato una bolla di sapone (che non è fatta con sapone) in grado di resistere ben 465 giorni.

Bolle di sapone che durano più di un anno! (Pixabay) – curiosauro.it

I ricercatori hanno creato una bolla di sapone, cioè di gas, capace di resistere per 465 giorni: un record mondiale!

Le bolle di sapone sono oggetti transitori. Anzi, sono l’emblema stesso della fragilità. Durano, se tutto va bene un minuto, e poi scoppiano. Il professor Aymeric Roux dell’Università di Lille, in Francia, insieme ai suoi colleghi, ha creato delle bolle di sapone che mantengono le loro strutture integre per oltre duecentomila volte più a lungo delle bolle più resistenti. Bolle di lunga durata, così le hanno chiamate. Hanno una struttura a guscio a strati composta da particelle di plastica, glicerolo e acqua. Oltre a essere belle, servono anche a qualcosa. Secondo gli sviluppatori potrebbero essere utilizzate per creare schiume stabili.

Le bolle di sapone sono tra gli oggetti più fragili e effimeri che esistono. Ma le nuove bolle, invece, che sono fatte di un film liquido composito in grado di mantenere l’integrità per più di un anno in un’atmosfera standard, sono forti e funzionali. Lo studio parte dall’analisi di una bolla nota come biglia gassosa. Questo tipo di bolla è in genere costituita da una soluzione liquida che contiene perline di plastica. Le perline si raggruppano sul guscio della bolla, rendendo la sfera abbastanza forte da poter essere tenuta in mano o sfregata lungo una superficie. Ma anche queste biglie gassose durano poco: massimo pochi minuti. I francesi, invece, hanno voluto creare una bolla che durasse più di un anno.

La vita delle bolle

L’esperimento francese (captured) – curiosauro.it

Per l’esperimento, il team ha studiato tre diversi tipi di bolle: bolle di sapone tradizionali, biglie di gas a base d’acqua e biglie di gas a base di acqua e glicerolo. I ricercatori hanno monitorato le bolle usando una bilancia e una telecamera.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Continua l’esperimento dell’Earth’s Black Box

Hanno stimato che le bolle di sapone duravano per circa un minuto prima di scoppiare. Le biglie di gas a base d’acqua duravano un po’ più a lungo: collassavano in media dopo mezz’ora. I marmi acqua-glicerolo rimanevano invece integri per molto più tempo. La bolla di sapone al glicerolo più duratura è sopravvissuta per ben 465 giorni.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> CANA | La stampante molecolare che produce bevande

Il team ritiene che la maggiore longevità delle bolle costituite di plastica, acqua e glicerolo derivi dagli effetti stabilizzanti del glicerolo. Il glicerolo ha infatti una forte affinità con l’acqua ed è noto per assorbire l’acqua dall’aria. Il team ritiene che questo assorbimento di acqua compensi l’evaporazione, mentre la presenza delle particelle impedisce il drenaggio dell’acqua dal guscio. Sono infatti questi due ultimi fenomeni (evaporazione e drenaggio) a causare la rottura delle bolle.

Previous articleEMROD | Ora possiamo davvero trasferire l’energia elettrica senza fili anche a uso commerciale
Next articleArrivano a Kiev i terminali Starlink | Musk garantisce la connessione all’Ucraina