Dove si trova oggi la Tesla lanciata nello spazio quattro anni fa da Elon Musk

Quattro anni fa, il razzo operativo più potente del mondo, il Falcon Heavy di SpaceX, lanciò nello spazio la Tesla personale di Elon Musk. La spettacolare e un po’ folle iniziativa venne indetta come lancio inaugurale della compagnia spaziale privata dalla Florida. Ma perché Musk ha voluto sparare un’auto in orbita? E dove si trova ora la povera Tesla?

Una Tesla a zonzo nello spazio (SpaceX) – curiosauro.it

La Tesla in giro nello spazio

La vettura Tesla lanciata nello spazio nel 2018 era un’auto elettrica e sportiva da centinaia di migliaia di dollari, un bolide color rosso ciliegia. Secondo quanto riferito, si trattava della macchina personale di Elon Musk. Il veicolo conteneva al posto guida un manichino vestito con una tuta spaziale. Musk e il suo team lo soprannominarono Starman. E a quattro anni dal lancio, Starman è ancora al volante della Tesla, nello spazio.

Dunque la Tesla continua la sua deriva in un caotico percorso orbitale attorno al Sole. Secondo i progetti di SpaceX l’auto elettrica dovrebbe viaggiare fino all’orbita di Marte e poi avvicinarsi all’orbita terrestre. Ma come dobbiamo interpretare quest’impresa? Si tratta di una spacconata fine a se stessa o di un lancio scientifico?

Lancio di prova

La Tesla lanciata nello spazio (SpaceX) – curiosauro.it

A voler essere maligni, dovremmo subito archiviare la questione interpretandola come un capriccio o una provocazione pubblicitaria del miliardario americano. La Tesla, infatti, non sta effettuando alcun viaggio scientifico. Al massimo possiamo ammettere che il veicolo sia servito come strumento per un lancio di prova. SpaceX aveva bisogno di un carico utile fittizio, e Musk ha voluto investire la lussuosa roadster Tesla.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Come funzionerà il sistema di recupero del razzo Super Heavy di Starship

Qualche giorno fa la Tesla si trovava a circa trecentosettanta milioni di chilometri dalla Terra e a più di trecento milioni di chilometri da Marte. In pratica è in mezzo al nulla, nello spazio profondo. Chi volesse dare un’occhiata alla sua deriva può consultare il sito web di monitoraggio whereisroadster.com, che utilizza i dati della NASA per tenere d’occhio la macchina.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> La sua Tesla salva il suo bambino: ecco come ha fatto

Il test è stato così commentato dallo stesso Musk:  “Ho voluto lanciare la cosa più stupida che mi venisse in mente“. Gli scienziati intanto si interrogano sui rischi di una collisione del veicolo con il nostro pianeta.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> TESLA | Cosa vede e come impara la guida autonoma del colosso americano

A quanto pare, la macchina rischia di più di essere colpita da un brillamento solare. In quel caso, vedremo la Tesla incenerirsi. Altrimenti l’auto andrà alla deriva e si perderà nello spazio profondo.

Intanto, a livello commerciale, la Tesla ha raggiunto un dominio incontrastato nella produzione di automobili elettriche in USA. Per la società di Elon Musk è arrivata anche l’investitura ufficiale da parte del Presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden. Il presidente ha eletto la Tesla come azienda produttrice più importante di tutta la nazione.

Previous articleL’invasione dei pesci alieni in Puglia
Next articleI no vax c’erano già nell’Ottocento | La poesia di Giuseppe Gioachino Belli