Come fare l’asfalto più resistente e silenzioso: ecco il polverino

Polverino nell’asfalto, il riciclo degli pneumatici fuori uso ha permesso di aumentare la resistenza delle strade 

Pavimentazioni stradali più forti grazie al polverino di gomma – curiosauro.it

Il riciclo non fa bene solo alla salute del pianeta, ma può migliorare la prestazione di oggetti e materiali preesistenti. L’aggiunta di polverino di gomma derivato da pneumatici fuori uso aumenta le prestazioni del manto stradale. Lo smaltimento in discarica degli pneumatici è stato vietato nel 2006 con l’art. 228 del Decreto Legislativo 152/2006 l’Unione Europea. L’intero pneumatico (gomma e componenti tessili e metallici) deve essere recuperato. Il processo trasformativo avviene con la raccolta di pneumatici fuori uso, dopo lo smontaggio da parte di officine. Un sistema gratuito per i gommisti che sono responsabili delle gomme dal momento della separazione dal veicolo sino al loro ritiro.

Ma ecco cosa succede agli pneumatici e come si arriva all’impiego del polverino nell’asfalto

Pavimentazioni stradali più forti grazie al polverino di gomma-curiosauro.it 20012022
Pavimentazioni stradali più forti grazie al polverino di gomma – curiosauro.it

Il percorso è di tipo trasformativo. Dopo lo smontaggio, raccolta e stoccaggio segue la fase di trattamento. L’acciaio (derivato dagli anelli) viene recuperato e destinato alle fonderie. La parte in gomma viene sottoposta a frantumazione per ottenere granuli (polverini) di gomma e acciaio. Questa fase è di tipo meccanico, si svolge quindi in assenza di particolari fonti di calore e permette di separare le tre componenti: metallo, gomma e tessile. La polvere di gomma è quella che viene utilizzata per l’asfalto delle strade e per i campi sportivi.

Manti stradali tre volte più forti a svantaggio dell’inquinamento acustico

Pavimentazioni stradali più forti grazie al polverino di gomma-curiosauro.it 20012022
Pavimentazioni stradali più forti grazie al polverino di gomma – curiosauro.it

Il polverino rende l’asfalto più elastico e resistente agli urti derivati dagli pneumatici, addirittura più forti rispetto all’usura dei normali pavimentazioni stradali. Inoltre il rumore del calpestio è limitato, grazie al potere isolante dei granuli.

LEGGI ANCHE > Come gli ammassi stellari vengono fatti a pezzi dalla Via Lattea: studio sui flussi stellari

Ci sono però dei dubbi in merito, nonostante le caratteristiche positive del polverino di gomma, gli straordinari usi e la possibilità di evitare discariche di pneumatici. Le gomme contengono sostanze pericolose (Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA), il polverino è ottenuto proprio polverizzando queste ultime. Ci si è chiesto quali siano i reali rischi per la salute, se a lungo andare ci fosse pericolo di dispersione nell’aria di sostanze dannose. Gli esperti concordano sulla non pericolosità degli asfalti modificati con polverino (dimensione <30micron) che per le sue caratteristiche risulta sostanza non inalabile.

LEGGI ANCHE > Il virus muore dopo 20 minuti: ma ecco quello che non sai

Le particelle iperfini del particolato atmosferico hanno dimensione fino a 1.500 volte inferiori provocando effetti gravi al sistema respiratorio e sistema nervoso centrale. Nessun problema nell’utilizzo di polverino nel bitume. In Italia l’asfalto così modificato è utilizzato soprattutto in Toscana, Emilia-Romagna, Trentino-Alto Adige e Piemonte.

Previous articleNASA | gli appuntamenti principali delle missioni 2022
Next articleMarte – Curiosity riaccende la speranza di vita