Minecraft | Creata biblioteca digitale senza censura

Negli ultimi anni, gli organi di controllo e le associazioni che si preoccupano della tutela della liberà di espressione hanno riscontrato un generale peggioramento della libertà di stampa.

A livello globale. Al di là delle situazioni più critiche, relative a quei sistemi governativi nominalmente dittatoriali o dittatoriali di fatto, la crisi sociale e quella sanitaria causata dal Covid-19 hanno minato il diritto all’informazione. Internet non funziona come dovrebbe come mezzo di diffusione di informazioni e notizie. Ammorbato da fake news e contenuti poco edificanti, il web ha ceduto a differenti compiti. Ma qualche speranza ancora c’è, dove meno ce l’aspetteremmo…

La grande biblioteca di Minecraft che difende la libertà di espressione e di pensiero

Minecraft library
La grande biblioteca su Minecraft – curiosauro.it

In molte nazioni del mondo non è garantita alcuna libertà di pensiero o di espressione.  Censura e repressione limitano i diritti fondamentali di studiosi, giornalisti e semplici cittadini vogliosi di informarsi. Ecco perché Reporters Without Borders (RSF), un’organizzazione non governativa e no-profit che promuove e difende la libertà di informazione e la libertà di stampa, ha immaginato un modo innovativo e assai creativo per diffondere le notizie. In pratica ha realizzato una biblioteca aperta a tutti, in grado di raggiungere milioni di persone, in un luogo molto particolare. Stiamo parlando di Minecraft.

Minecraft è oramai un’importantissima piattaforma virtuale di gioco, frequentata da milioni di utenti in tutto il mondo. Bambini, adolescenti, adulti. Secondo le ultime stime, sono almeno centocinquanta milioni i giocatori mensili. Nato come videogioco sandbox open world (sviluppato da Mojang Studios), Minecraft è a oggi il videogame più giocato di sempre.

Ecco perché il mondo virtuale di costruzione e di esplorazione si è distinto come il luogo ideale per ospitare la biblioteca virtuale costruita da RSF. La gigantesca biblioteca è già attiva, ed conosciuta dagli utenti come The Uncensored Library.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Il metaverso arriverà anche su Xbox | Preparatevi a volare

Lo spazio virtuale ospita perlopiù articoli scritti da giornalisti che, in molti Paesi, sono stati censurati dai Governi. La selezione è stata seria e moralmente impegnata. Tutti i diritti degli autori sono stati garantiti da permessi e accordi di diffusione.

Il valore dell’iniziativa

The Uncensored Library su Minecraft – curiosauro.it

L’iniziativa, oltre a essere interessante e curiosa, riesce a dare risonanza a una causa spesso poco considerata dalla politica e dai media. RSF vuole denunciare la censura attiva in Paesi governati da dittatori o in democrazie poco limpide.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Nikola Tesla | Quello che non si dice di questo incredibile genio

E il problema non riguarda soltanto nazioni lontane o posti esotici. Anche in Europa molti Paesi non permettono una vera e propria libertà di stampa. Minecraft non sarà la soluzione a questo problema, ma può rappresentare una svolta nei metodi di diffusione. Si è aperto un canale alternativo, e se ne apriranno altri…

Volete farvi un giro? Ecco il link per partire con una visita alla biblioteca.

 

Previous articleGuglielmo Marconi: il genio della radiocomunicazione
Next articleLe 6 scoperte archeologiche più importanti della storia