Vacanze gratis su Marte con Perseverance | il team cerca aiutanti

La NASA cerca collaboratori per esplorare nuove regioni del pianeta Marte, e si rivolge a tutti… Viaggiare gratis sul pianeta rosso si può!

Per studiare nel dettaglio le caratteristiche geologiche marziane la NASA ha bisogno di appassionati collaboratori che possano analizzare le foto catturate dal rover Perseverance. Ecco perché l’ente spaziale americano intende coinvolgere il grande pubblico nei propri ultimi progetti di studio.

Viaggio gratis su Marte
Visitare Marte – Pixabay

Le persone comuni potranno davvero aiutare il team della NASA e così partecipare a una missione determinante per conoscere meglio il suolo di Marte.

Esplorare Marte, per conto della NASA

Il progetto, battezzato Ai4Mars, è finalizzato alla creazione di un algoritmo che possa istruire un’intelligenza artificiale capace di riconoscere gli elementi geologici del pianeta Marte a partire dall’analisi di un vastissimo archivio fotografico.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Sapete a che velocità giriamo per l’universo? | Tutte le forze in gioco  

Stiamo parlando dei dati inviati sulla Terra da Perseverance, il modulo rover della missione Mars 2020 (iniziativa di esplorazione spaziale sviluppata dalla NASA, il cui lancio è avvenuto con successo il 30 luglio 2020). Il rover, infatti, black-out permettendo, invia centinaia di nuove foto al giorno ai satelliti. Materiale che poi i tecnici devono catalogare e interpretare per poter condurre il veicolo oltre i possibili ostacoli fisici del territorio marziano.

Rover Marte
Rover Perseverance – curiosauro.it

Per dar vita ad Ai4Mars la NASA dovrà tuttavia prima fornire dati al programma di riconoscimento. Come? Immagazzinando istruzioni. E queste istruzioni potranno essere suggerite da chiunque ne abbia voglia. Parliamo di volontari che dovrebbero visionare e studiare le foto scattate dal rover, al fine da mappare buona parte della superficie marziana esplorata.

Viaggiare su Marte con Perseverance

Il progetto replica un’iniziativa analoga, già lanciata l’anno scorso per processare le foto scattate dal rover Curiosity. Il successo in quel caso è stato enorme: migliaia di partecipanti volontari hanno passato al setaccio circa mezzo milione di immagini, evidenziando le zone dove i piloti del rover avrebbero dovuto prestare particolare attenzione, come avvallamenti, rilievi, depressioni…

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>>  Perché vediamo Saturno inclinato? Ecco il colpevole

L’immenso lavoro svolto dai volontari (semplici appassionati, non per forza esperti di astronomia) ha portato alla creazione di Spoc (Soil Property and Object Classification), un algoritmo in grado di identificare correttamente le aree critiche, funzionale nel 98% dei casi.

Ma ora la NASA vorrebbe migliorare le prestazioni di Spoc, e perciò ha pensato di riproporre l’iniziativa sperimentata per Curiosity anche con Perseverance.

Come funziona AiMars?

Ai4Mars fornisce ai partecipanti tutti gli strumenti più avanzati per evidenziare dettagli del terreno, come le rocce sporgenti o piatte, grumi di minerali, calcificazioni, depressioni…

Il rover Perseverance - curiosauro.it
Perseverance – Onstagram curiosauro.it

Lo scopo di Ai4Mars, in pratica, è quello di rendere l’algoritmo più preciso e performante. Più volontari lavoreranno sulle foto e più l’algoritmo imparerà a orientarsi nei dati. Si tratta di un compito fondamentale, dato che il team di piloti si basa sulle foto per preparare gli itinerari futuri del rover.

I tecnici e gli scienziati confidano nella collaborazione dei volontari per dare maggiore potenza e intelligenza a Spoc.

Chiunque fosse interessato può quindi lanciarsi in questa affascinante avventura. In cambio del proprio impegno potrà ottenere il biglietto per un viaggio gratis, anche se solo attraverso le foto, su Marte!

Previous articleNovità da Proxima Centauri | Non sono alieni ma ci hanno aiutato
Next articleScoperto un nuovo esemplare di lepre con caratteristiche particolari | si illumina