L’isola degli ammutinati e il terribile mistero noto soltanto ai suoi 50 abitanti

Nell’Oceano Pacifico meridionale si trovano delle isolette di tufo davvero particolari, accessibili solo in barca e poi attraverso mulattiere che risalgono ripide scogliere. L’isola più popolosa dell’arcipelago conta una quarantina di abitanti in tutto. E quasi tutte queste persone discendono da nove degli ammutinati del Bounty. Ecco, oggi vi parleremo dell’isola degli ammutinati, che fa richiesta di nuovi abitanti…

Furono infatti alcuni marinai provenienti da quella nave a popolare l’isola, insieme a delle donne tahitiane. Stiamo parlando della famosissima nave armata inglese che nel 1798 divenne scenario del più cruento ammutinamento della storia.

Isola Pitcairn - www.curiosauro.it
Ecco l”isola di Pitcairn: un paradiso del Pacifico meridionale (wikipedia) – www.curiosauro.it

L’isola degli ammutinati e i suoi segreti

L’isola in questione si chiama Pitcairn. Ed è la giurisdizione nazionale meno popolosa al mondo. Secondo l’ultimo censimento, svolto nel gennaio 2020, il territorio contava appena quarantasette abitanti permanenti. Perché è difficile vivere nell’isola degli ammutinati? Soprattutto perché non c’è acqua dolce… E poi non ci sono comunicazioni radio stabili, il segnale internet va e viene, i beni alimentari arrivano una volta alla settimana dalla Nuova Zelanda, e se c’è il mare grosso, niente spesa!

Inoltre, i discendenti degli ammutinati hanno dato vita a una società dalle leggi molto stringenti. Fino a qualche anno fa, sull’isola non esistevano bar (ora ce n’è uno solo), perché era vietato l’uso di alcol. Sempre fino agli anni ’70, il Governo dell’isola proibiva ai suoi abitanti la danza, le effusioni pubbliche, il fumo e gli schiamazzi. Poi, dato il calo demografico, i governanti hanno provato ad attrarre nuovi cittadini con leggi meno severe. Ancora oggi l’isola di Pitcairn cerca nuovi abitanti, ed è disposta ad accogliere chiunque ne faccia domanda, specie se in età fertile.

Lingua e storia

Pitcairn - www.curiosauro.it
Le alte scogliere dell’isola vulcanica (wikipedia) – www.curiosauro.it

Nell’isola degli ammutinati si parla correntemente l’inglese, ma la lingua ufficiale è il Pitkern, una lingua creola derivata dall’inglese antico e mischiata al tahitiano. Nell’unica scuola dell’isola, il Pitkern è la materia principale di studio. Pare che l’isola prometta ai nuovi abitanti un lavoro: nel settore agroalimentare della produzione del miele o come guardia forestale, e una casa. Ma allora perché nessuno vuole trasferirsi in questo paradiso del Pacifico?

Ebbene, pare che la popolazione locale, per quanto esigua, sia nota per le sue intemperanze. I discendenti degli ammutinati manifestano spesso comportamenti violenti. E nel 2004 sette uomini del luogo (ovvero buona parte della popolazione adulta) furono accusati per pedofilia e violenza sessuale. Pare insomma che sull’isola siano frequenti gli incontri sessuali fra adulti e bambini. Queste storie di abusi vanno avanti ormai da molto tempo. Già a fine Ottocento, si parlava di gravi condotte violente su minori. Negli anni ’20 si registrarono nuove denunce. E la cronaca tornò a parlare di pedofilia nell’isola negli anni ’50 e ’60. Insomma, non pare il luogo ideale dove far crescere dei bimbi

Previous articleSguardi e imbarazzo | Perché il contatto visivo ti mette a disagio
Next articleCome uomini e donne osservano il mondo | Le differenze di genere sono negli occhi!