E’ nascosto nella Gioconda: nuovo mistero viene finalmente svelato

La Gioconda è uno dei quadri più celebri del mondo. Il dipinto di Leonardo Da Vinci, che non smette di stupirci, ricco di fascino e di mistero e…

La Gioconda, conosciuto anche come Monnalisa, è uno dei celebri dipinti del genio, Leonardo Da Vinci. La Gioconda è nota anche sotto il nome di Monna Lisa ed è databile 1503-1504 e si trova conservata presso il Museo del Louvre di Parigi, in Francia. Di qualche giorno fa la notizia bizzarra, ma confermata dalle autorità, dell’uomo che ha tirato una torta contro il quadro, fortunatamente la teca di vetro ha protetto l’opera dall’alto valore. Ora sembrerebbe essere emerso un nuova interpretazione di questo emblematico quadro.

E' nascosto nella Gioconda: nuovo mistero viene finalmente svelato- curiosauro.it-300522
E’ nascosto nella Gioconda: nuovo mistero viene finalmente svelato- curiosauro.it

Ecco cosa ci sarebbe dietro la Monna Lisa, una nuova scoperta mondiale

Molte sono le teorie che ruotano sul significato nascosto ella Gioconda. Ora un’altra ipotesi sembra farsi spazio, una scoperta mondiale, molto importante per il mondo dell’arte. In questo caso interessa la “nostra arte”: il dipinto celebre di Leonardo Da Vinci. Con una nuova tecnica chiamata Layer Amplification Method i ricercatori sono andati “a fondo dello sfondo”. Il gioco di parole era doveroso perché, sotto gli strati della superficie del quadro, immagini multispettrali in HD hanno restituito un’immagine. Pare che dietro la Monna Lisa ci sia la Torre di Caprona (Vicopisiano).

Il mistero del genio Leonardo

E' nascosto nella Gioconda: nuovo mistero viene finalmente svelato- curiosauro.it-300522
E’ nascosto nella Gioconda: nuovo mistero viene finalmente svelato (La Vergine delle rocce)- curiosauro.it

Questa teoria è stata messa sul piatto dall’ingegnere e ricercatore scientifico Pascal Cotte e presentata nella sede del Centro Espositivo Leo-Lev a Vinci alla presenza di Chiara Matteucci del dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna e  Sylvain Thieurmel, specialista della pittura di Leonardo Da Vinci. (Quest’ultimo ha scoperto la presenza della grotta di Uliveto nello sfondo della Vergine delle Rocce, altra opera leonardesca). La Torre di Caprona è anche da Dante, che la cita, e si tratta della torre dell’antico castello esistente alla metà del 1200 conosciuta anche sotto il nome di Torre degli Upezzinghi.

Previous articleQuando Nerone tornò in vita | L’imperatore era temuto da Tito
Next articleIl Drone che era pensato per le birre, adesso trasporta bombe