Musicoterapia | cosa ci hanno sempre nascosto

La musica è un portento, può fare bene allo benessere psico-fisico e rendere quasi sempre contente le persone

La musica è una parte fondamentale della nostra vita. Alcuni studi hanno addirittura dimostrato come possa far bene alle donne in stato interessante e ai propri bambini. La musica accompagna tutta la nostra vita: ci dà carica, ci emoziona, ci fa piangere, ci fa ridere, ma scopriamo cosa ancora non sappiamo…

Musicoterapia | cosa ci hanno sempre nascosto- curiosauro.it- 040522
Musicoterapia | cosa ci hanno sempre nascosto- curiosauro.it

Alcuni generi musicali possono far davvero bene

Non si tratta solo di musica, bensì di suoni che possono avere un ruolo importante nella nostra vita. In particolare sembra che il suono degli animali, i suoni legati alla natura e la musica classica possano davvero fare la differenza nella nostra vita. Non è un caso il fatto che suoni richiamanti la natura siano dal potere altamente rilassante. Un vero e proprio effetto benefico sul nostro organismo in grado di alleviare lo stress e calmarci nelle situazioni più difficili. 

Alcuni brani musicali a fare la differenza

Musicoterapia | cosa ci hanno sempre nascosto- curiosauro.it- 040522
Musicoterapia | cosa ci hanno sempre nascosto- curiosauro.it

Sembrerebbe che alcuni brani musicali abbiano la possibilità di fare la differenza nella nostra vita. I bei suoni fanno bene allo spirito, motivano allo sport, allo studio e a tener ben saldi i nervi. Di sicuro il canto di un usignolo, i suoni del bosco possono davvero alleviare stati ansiosi. Ne parlavamo già in un altro articolo: ci sono canzoni che sono in grado di combattere lo stress. Nello specifico nella musica, a fare la differenza, è il genere classico. In particolar modo bisogna tenere come riferimento alcuni brani. Nello specifico per il mal di testa sono adatte le rapsodie ungheresi e il “don Giovanni” di Mozart. Per l’umore fa bene ascoltare: “la luce della luna” di Debussy, “Nocturne in sol minore” di Chopin, “Ave Maria” di Schubert. Contro l’ira è utile: “Sinfonia in minor” di Bach, “Sonata al chiaro di luna” di Beethoven. In caso di insicurezza e incertezza sembrerebbe essere utile ascoltare “Mazurka” di Chopin, “Waltzer” di Strauss.

Previous articleCovid, effetti collaterali gravi che non ti aspetti a distanza di mesi
Next articleStrane curiosità…Dal gelato alla carie causata da vermi