Russia, ecco perché Putin vuole si paghi il gas in rubli

La Russia vuole che i Paesi occidentali, contrariamente ai contratti, paghino il rifornimento di gas in rubli

Gli accordi prevedono che alla Russia venga corrisposto in dollari il rifornimento di gas da parte delle Nazioni Occidentali. Ora lo scorso 23 marzo Vladimir Putin ha ordinato che le forniture di gas vengano pagate in rubli da Paesi occidentali considerati come “ostili”…

Russia, ecco perché Putin vuole si paghi il gas in rubli-curiosauro.it- 10042022
Russia, ecco perché Putin vuole si paghi il gas in rubli-curiosauro.it

Ecco perché Putin vuole il pagamento in rubli

Lo scopo di Vladimir Putin è quello di portare prestigio alla moneta russa. Un cambiamento dei contratti che prevedono il pagamento delle riforniture di gas di dollari. A causa dell’invasione della Russia da parte dell’Ucraina e le conseguenti sanzioni inflitte alla Russia il rublo ha subito una grossa svalutazione del rublo rispetto a euro e dollaro. Putin così decidendo. A fine febbraio un euro valeva meno di 80 rubli, nella prima settimana di marzo un euro valeva quasi 150 rubli. Nella terza settimana di marzo un euro valeva poco meno di 110 rubli.

Russia, più si acquista in rubli più il valore di questa moneta cresce

Russia, ecco perché Putin vuole si paghi il gas in rubli-curiosauro.it- 10042022
Russia, ecco perché Putin vuole si paghi il gas in rubli-curiosauro.it

L’intento di Putin è quello di indurre gli altri Paesi a procurarsi rubli per acquistare gas. Questo fa si che la moneta acquisti valore del rublo. Ovviamente i contratti delle forniture di gas sono vincolati all’acquisto di gas in euro. Ora i legali dei Paesi occidentali, coinvolti da questo cambiamento di clausola, stanno cercando di capire se si tratta di un accordo vincolante.

Previous articleGli antiquari della preistoria: ecco quello che conservavano
Next articleQuasi pronto il treno elettrico che si ricarica usando la forza di gravità