Assurdo | I costi proibitivi per tornare sulla Luna

Costi proibitivi per tornare sulla Luna? Sembrerebbe proprio di no secondo uno studio commissionato dalla NASA, che vorrebbe tornare sul satellite per ricavare dal suo sottosuolo il propellente per arrivare su Marte.

NASA pronta a tornare sulla Luna – curiosauro.it

I costi da sostenere 

La missione Asteroid Redirect Mission ha come scopo quello di catturare un asteroide e trascinarlo nell’orbita lunare, per utilizzarlo in modo da addestrare gli astronauti a missioni spaziali di lunga durata. I costi, però, non sono così proibitivi come si pensava, si parla di una cifra inferiore ai 10 miliardi di dollari a fronte dei 100 miliardi stimati in precedenza.

La NASA è riuscita ad abbassarli attraverso partnership con altre agenzie spaziali private, come Boeing e SpaceX, e conta di investire il budget rimanente in altri progetti. I soldi rimanenti verranno stanziati soprattutto per l’esplorazione dello spazio profondo, per il quale ogni anno è previsto un budget di 3,6 miliardi di dollari.

NASA pronta a tornare sulla Luna – curiosauro.it

I costi per colonizzare la Luna

Il nostro satellite viene visto di buon occhio dagli americani soprattutto per le risorse di cui si compone, risorse come l’acqua e l’idrogeno. Queste, infatti, sono considerate degli ottimi propellenti per arrivare verso MarteLe future missioni potrebbero utilizzare l’acqua ghiacciata situata ai poli della Luna per produrre propellente separando l’idrogeno dall’ossigeno. La capacità di immagazzinare e trasferire questi liquidi super freddi per un lungo periodo è fondamentale per le missioni umane sulla Luna e su Marte.

Prima, però, di pianificare viaggi sulla Luna sarebbe necessario inviare dei robot che accertino se l’acqua e l’idrogeno siano accessibili vicino alla superficie. Ma soprattutto, sarà necessario istituire un’autorità lunare internazionale che gestisca i rischi tecnici e le controversie economiche che simili operazioni comportano.

Potrebbe interessarti >>> Samantha Cristoforetti | La donna europea più importante dello Spazio

I propellenti per i razzi

L’idrogeno e l’acqua della Luna verrebbero utilizzati come propellenti per i razzi, riducendo drasticamente i costi anche di una missione marziana. Si stima che dopo 12 anni di colonizzazione si otterrebbero fino a 200 milioni di tonnellate all’anno di propellente, al costo di 40 miliardi di dollari.

Potrebbe interessarti >>> LITIO | L’ORO del futuro: strategie geopolitiche dei G20.

L’obiettivo principale sarebbe quello di creare una base sulla Luna che riesca a sostenersi economicamente, rifornendo di idrogeno le navicelle dirette verso Marte. Una sorta di trampolino di lancio per il pianeta rosso! Questo campo base dovrebbe, almeno all’inizio, riuscire a ospitare quattro astronauti per permanenze di circa una settimana; successivamente, dovrebbe essere dotato anche di infrastrutture per la generazione di energia, il riciclo dei rifiuti e le comunicazioni.

NASA pronta a tornare sulla Luna – curiosauro.it
Previous articleDetroit | Una strada che carica le auto elettriche durante il percorso
Next articleUn pesce bioibrido creato da cellule staminali cardiache