Il pappagallo regista | Il video del kea che ha rubato una GoPro

Un video girato da un pappagallo sta facendo il giro del web e conquistando migliaia di like. Suona un po’ strano, ma il regista della clip è proprio un pennuto. Il fattaccio è avvenuto nel parco nazionale di Fiordland, in Nuova Zelanda, dove un pappagallo kea ha rubato una GoPro a un turista e ha iniziato a volare in giro per il parco, registrando una clip mozzafiato…

Il kea è un pappagallo appartenente alla famiglia Strigopidae (captured) – curiosauro.it

Il pappagallo kea con la passione della regia

Quando il pappagallo kea ha scippato al turista la telecamera GoPro, l’apparecchio era in modalità di registrazione. Così il volo di fuga del pennuto si è trasformato in una meravigliosa ripresa aerea. Il filmato che ha fatto rapidamente il giro del mondo. In molti lo definiscono spettacolare.

Il kea è una specie di pappagallo giallo-verdastro diffuso nelle regioni boscose e alpine dell’Isola del Sud della Nuova Zelanda. Si tratta di un uccello molto intelligente e vivace. Negli anni scorsi la ricerca lo ha sfruttato come cavia per vari esperimenti neuroscientifici. E il pappagallo ha fatto sempre un’egregia figura: ha risolto complicati enigmi logici, si è dimostrato capace di intuito e di empatia. Gli zoologi sanno da tempo che il kea è un animale sociale: si coalizza con altri membri conspecifici per dei lavori di gruppo.

Quando c’è un ostacolo da affrontare o un obiettivo importante da raggiungere, gruppi formati da cinque, dieci o venti kea si mettono insieme per portare a casa il risultato. Si dice che il pappagallino sappia anche costruire dei rudimentali strumenti per difendersi. E poi è uno spiritosone: ride. E la sua risata è davvero contagiosa.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Il velivolo uccello | Il prototipo futuristico della Phractyl

Il programma televisivo neozelandese Seven Sharp ha intervistato Alex Verheul, ossia lo sfortunato turista vittima del furto. E Alex ha dichiarato che aveva posizionato la GoPro su un balcone del parco nazionale proprio nella speranza di intravedere il kea. Neanche un minuto di attesa, e dei pappagalli sono piombati sulla telecamera. Uno di questi ha afferrato la GoPro con il becco ed è volato via.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> L’uccello drago… ecco a voi lo stranissimo Lyncornis macrotis

Alla fine Alex è riuscito a ritrovare la sua videocamera. Quando i pappagalli hanno sentito arrivare Alex e alcuni guardiani del parco, hanno abbandonato la GoPro. Nella telecamera è stato trovato il video del furto. Si nota tutto il percorso compiuto dal pappagallino fino alla resa della refurtiva. Ovviamente la clip ha fatto il giro del mondo.

Una specie protetta

Un frame del video girato dal pappagallo (captured) – curiosauro,it

E dal parco si spera che quest’avventura aiuti a sensibilizzare sulla situazione del pappagallo kea (Nestor notabilis), che è una specie in via di estinzione. Secondo le ultime stime ci sono solo quattromila esemplari in libertà.

Il kea è infatti una specie protetta, ma in passato era molto ricercato. I cacciatori lo cercavano per rivenderlo al mercato nero. Poi, era perseguitato anche dagli allevatori di bestiame. Per quale motivo? Perché secondo delle leggende questi uccelli sarebbero in grado di spingere le pecore a gettarsi dagli strapiombi, per così nutrirsi del grasso e del loro fegato. Fino agli anni ’90 gli allevatori pagavano fino a 65 dollari neozelandesi a chi portava loro il becco di un kea.

Previous articleDinosauri con infezioni respiratorie | Dolly, il diplodocide con il mal di gola
Next articleSe la Terra fosse senza Luna chissà cosa accadrebbe