Arriva Natale, occhio alla dieta: cinque trucchetti per non ingrassare a dismisura

Le festività natalizie non vanno sottovalutate: è il periodo nel quale si rischia di ‘mandare all’aria’ la dieta e metter su peso. Come evitarlo senza rinunciare alle leccornie? Ecco una serie di trucchi

L’arrivo delle festività natalizie, si sa, porta con sé la volontà di dimenticare per qualche giorno la bilancia e concedersi qualche prelibatezza in più senza pensare troppo alla linea. Dai lauti antipasti fino a pandori, panettoni e calici di vino, le tentazioni a Natale e nei giorni immediatamente precedenti e successivi, sono molteplici.

Natale: cenone della vigilia
Natale (www.curiosauro.it)

Ed oltre al cenone della Vigilia e al pranzo del 25 dicembre e di Santo Stefano, le cene natalizie con i colleghi e le abbuffate con gli amici, fino all’atteso Veglione di Capodanno e ancora ai dolciumi del giorno dell’Epifania.

Festività natalizie, occhio alla dieta: i suggerimenti utili

Insomma una fitta serie di tentazioni alle quali fanno seguito, in queste giornate fredde trascorse in casa o in luoghi chiusi, la tendenza a mangiare un po’ troppo fuori dai pasti ‘spiluccando’ a destra e a manca.

La conseguenza inevitabile è un incremento, in alcuni casi anche notevole, dell’apporto calorico che se non controbilanciato dall’attività fisica si tradurrà in un accumulo di grassi che andranno a trasformarsi in un incremento di peso. Come fare dunque per mangiare il giusto senza rinunciare alle prelibattezze che accompagnano il Natale e non ingrassare a dismisura? Ci sono una serie di utili trucchetti che qui vi suggeriamo.

I trucchi per evitare di ingrassare a Natale e Capodanno

Il vino accompagna i pasti ma, come gli alimenti, contiene calorie: con un bicchiere si introducono nel corpo 100 kcal mentre se si opta per un aperitivo o una bibita gassata, si sale a 140 kcal. Il consiglio è quello di limitare le bevande zuccherate alcoliche, puntando su vini a fermentazione lunga, senza dimenticare l’acqua. Passando agli alimenti è possibile assaggiare tutto ma il suggerimento è quello di controllare le quantità di cibo che si mangiano; inoltre, in vista di un cenone o di un pranzo di Natale, è bene limitarsi nel pasto immediatamente precedente evitando di sovraccaricarsi di calorie (evitando i carboidrati e puntando preferibilmente su secondi di pesce o di carne magra con accompagnamento di verdure).

Pranzo di Natale: occhio al vino
Pranzo di Natale (www.curiosauro.it)

Inoltre un’accortezza: meglio evitare la ‘scarpetta’ durante le feste. Evitare insomma di ‘lasciarsi andare’ cercando di non cadere nel fattore psicologico legato all’avvio delle festività e, inoltre, di non mangiare per noia, errata abitudine che spesso è legata al molto tempo libero delle vacanze; il consiglio, in questo caso, è approfittarne per praticare sport.

Pandoro, panettone e stress: i due suggerimenti da seguire

Infine un altro paio di suggerimenti: pandoro e panettone possono essere mangiati ma è bene limitarsi ad un solo dolce alla volta, prediligendo (se il pasto è stato particolarmente ricco) il panettone in quanto è più magro. Un suggerimento collaterale è quello di evitare di tenere sul tavolo i classici cioccolatini ognuno dei quali rappresenta un apporto calorico non indifferente in un contesto di festività natalizie.

Da non sottovalutare inoltre lo stress legato al mese di dicembre, dal dover preparare i regali all’incontro con parenti e amici che magari si vedono da tempo, fino all’incombenza del dover cucinare. Tutti fattori che potrebbero potare ad abbandonare le diete gettandosi sul cibo. Niente di più sbagliato: il consiglio è quello di mantenere sempre la mente focalizzata sulle quantità mangiate, per non sgarrare.

Articolo di Daniele Orlandi

Previous articleAppartiene alla famiglia di Cristina Parodi, ma non porta il suo cognome nonostante la parentela
Next articleSmartphone Xiaomi: Mediaworld lo propone a prezzi che battono la concorrenza grazie agli sconti di Natale