Vin Brulè: la ricetta tradizionale e i trucchi per prepararla in pochi minuti

Oggi vi vogliamo proporre la ricetta tradizionale per fare a casa vostra il vin brulè. Curiosi di sapere come si fa?

Ecco un vizioso e gustoso suggerimento per realizzare una bevanda buona, saporita e soprattutto calda. Il vin brulè può essere, infatti, un modo alternativo per affrontare il gelido inverno.

Vin brulè
Fonte_pixabay

Per chi non lo sapesse questa bevanda non è altro che un vino caldo a base di spezie e zucchero. L’ideale per le serate più fredde di questo periodo!

Il vin brulè della tradizione

Il vin brulè è un vino caldo, a base di spezie e zucchero. L’ideale per stemperare il clima rigido soprattutto nell’Italia del Nord.

Le spezie nel vin brulè
Fonte_pixabay

Ma come si prepara questa ottima bevanda? Qual è la ricetta originale? Prima di mettervi all’opera vi occorre innanzitutto una pentola di una dimensione abbastanza capiente. Una volta trovata vi serviranno i seguenti ingredienti:

  • Un litro e mezzo di vino rosso.
  • 3 stecche di cannella.
  • 250 grammi di zucchero.
  • 10 chiodi di garofano.
  • 2 arance biologiche non trattate.
  • Un limone.
  • Una mela.
  • Un pizzico di noce moscata.

Preparazione

La ricetta per preparare il vin brulè è molto semplice quindi non dovrete preoccuparvi. Per prima cosa lavate arance e limoni, fatele asciugare e tagliate la scorza facendo attenzione a non eliminare anche la parte bianca (che è essenziale per evitare di rendere eccessivamente dolce il vin brulè). A questo punto passate alla mela: lavatela, toglietegli il torsolo e affettatela creando delle rondelle molto sottili.

Dopo le operazioni legate alla frutta, dovrete prendere la pentola che andrà riempita di vino. Aggiungeteci anche le stecche di cannella, lo zucchero, i chiodi di garofano, la mela tagliata e le scorze degli agrumi. Concludete con l’inserimento dell’ingrediente finale: il pizzico di noce moscata. Fatto questo spostatevi sui fornelli. Prima di accendere il fuoco, però, mescolate il tutto diverse volte per circa una decina di minuti.

Una volta che inizierà a bollire, arriverà il momento più complicato perché dovrete avvicinare una fiamma alla superficie del vino, in modo da far evaporare l’alcool. Fate attenzione perché questo tenderà a prendere fuoco quasi subito e si alzeranno delle fiamme blu. Niente paura, dopo qualche istante saranno scomparse e potrete procedere allo spegnimento dei fornelli.

Gli ultimi dettagli

A questo punto non dovete fare altro che aspettare qualche minuto e dopo di che versare il vin brulè nelle tazze. In realtà, prima di questa operazione, c’è anche chi dice che il vino andrebbe filtrato e dopo versato. La differenza sta nell’eliminazione degli eventuali pezzi di frutta non completamente sciolti. Questo, però, lo decidete voi in base ai gusti personali.

Preparare il vin brulè, quindi, è abbastanza facile, l’unica cosa è prestare molta attenzione durante l’operazione di evaporazione dell’alcool. In ogni caso, la ricetta è pronta in pochi minuti e vi permetterà di avere tra le mani una bevanda calda, ideale per queste giornate fredde!

 

 

Impostazioni privacy