Pulire la lavatrice: gli ingredienti sono 4 e li trovi nel tuo armadio 

Sì, li puoi trovare nel tuo armadio, e ti permetteranno di pulire la lavatrice in modo efficace, rapido e soprattutto economico. Scopriamo di cosa si tratta.

Ormai per tenere pulita la lavatrice bastano davvero pochi ingredienti, accessibili a tutti e facili da usare. Igienizzare gli elettrodomestici diventa davvero un gioco da ragazzi.

Come pulire la lavatrice – (pixabay) – curiosauro.it

 

Pulire la lavatrice diventa sempre più facile

Bastano pochi ingredienti facilmente reperibili in cucina per tenere la lavatrice sempre pulita e igienizzata: ormai è un gioco da ragazzi farlo! Questo elettrodomestico, infatti, è indispensabile, ma spesso la sua pulizia viene trascurata per fretta o per mancanza di prodotti specifici. Eppure la lavatrice, se pulita e igienizzata, è fondamentale per avere sempre un bucato fresco e profumato.

I problemi maggiori, infatti, sono dati dalla presenza di muffe, funghi e residui di sporco e calcare che si annidano nel cestello. Questi finiscono inesorabilmente nel bucato, rendendolo meno pulito. Ma ci sono 4 ingredienti, che la maggior parte di noi ha in casa, che ci possono aiutare nella pulizia profonda della lavatrice. Tra questi troviamo:

  1. Il sale, ottimo anti-calcare e anti-muffa.
  2. Il vino bianco per disinfettare il cestello.
  3. Il bicarbonato, con le sue mille qualità.
  4. L’aceto di mele, ottimo igienizzante.
Metodi per pulire la lavatrice – (pixabay) – curiosauro.it

I magici quattro 

Ma vediamo in dettaglio le proprietà di questi 4 ingredienti magici per pulire a fondo la lavatrice. Il sale è ottimo sia come anti-calcare (diminuisce la durezza dell’acqua e disincrosta le tubature) sia come anti-muffa perché previene la formazione dei cattivi odori all’interno del cestello. Basterà effettuare un lavaggio a vuoto a base di sale grosso. Versatene un chilogrammo direttamente nel cestello e fate partire un lavaggio ad alta temperatura: ciò permetterà al sale di sciogliersi e fare il suo lavoro.

Anche qualche bicchiere di vino bianco può venire in nostro soccorso per la pulizia e la disinfezione del cestello della lavatrice. Una volta al mese, versate un bicchiere di vino all’interno del cestello e uno nel cassetto che ospita il detersivo, poi fate partire un lavaggio a vuoto ad alta temperatura. Il vino rimuoverà il calcare presente all’interno dell’elettrodomestico e nelle tubature, andando a scongiurare così il rischio di ritrovarsi con il bucato maleodorante.

Bicarbonato e aceto di mele

Anche il bicarbonato è utile per igienizzare la guarnizione in gomma della lavatrice e scongiurare il rischio di formazione della muffa, che potrebbe dar luogo a cattivi odori sui nostri vestiti. Vi basterà mescolare bicarbonato e acqua fino a ottenere un composto cremoso e senza grumi. Spalmate poi questo composto sulla guarnizione, in particolare su quei punti dove già si intravede un po’ di accumulo di muffa, e lasciate agire per qualche ora. Il bicarbonato può rivelarsi molto utile anche per la pulizia della vaschetta destinata a contenere il detersivo.

L’aceto di mele è utile soprattutto per la pulizia e l’igienizzazione dell’oblò della lavatrice senza timore di inquinare l’ambiente. Vi basterà versare un po’ di aceto (consigliamo quello di mele, dall’odore meno intenso) su un panno morbido di cotone e utilizzarlo per pulire a fondo il vetro e le altre parti dell’oblò, sia dall’interno che dall’esterno. Con questa semplice operazione l’oblò sarà pulito, igienizzato, protetto dalla muffa e dai cattivi odori.

Previous articleChi vive di più tra uomo e donna: l’eterna domanda ha finalmente una risposta certa 
Next articleTestimone da film horror | Un fantasma svela tutto