Funghi ai piedi, allarme in piscina, ecco come rimediare

L’estate è la stagione dove alcuni giorni sono dedicati al relax più totale. Un po’ per il caldo, un po’ per mettere uno “stop” alla vita frenetica di tutti i giorni. Acqua, mare, piscina, ogni luogo è buono per rinfrescarsi e per fermarsi un po’. Ma attenzione ai funghi ai piedi…

Le infezioni fungine sono molto più frequenti e contagiose di quello che si pensa. Bisogna fare molta attenzione ai luoghi che si frequentano. I dermatofiti (funghi) sono i responsabili di queste micosi alle unghie dei piedi, delle mani e alla pelle. Ci sono alcuni accorgimenti da tenere in considerazione.

Funghi ai piedi, allarme in piscina, ecco come rimediare-curiosauro.it 17-07-22
Funghi ai piedi, allarme in piscina, ecco come rimediare-(pixabay)curiosauro.it

Infezioni fungine, tutto ciò che bisogna fare per evitare di incorrere in questo problema

In estate tutto si rallenta e si allentano anche un po’ le precauzioni. Spesso infatti non si considerano i pericoli cui è sottoposto il nostro organismo cambiando ambienti e abitudini. Non è strano che il nostro colon non si abitui subito alla “nuova casa al mare o alla stanza d’hotel”, così le infezioni fungine possono sopravvenire in un attimo. Ovviamente c’è bisogno di precauzioni, di tenere in considerazione alcuni aspetti. Innanzitutto non bisogna condividere effetti personali con altre persone. Già il contagio può avvenire per via diretta e per via indiretta, condividere oggetti sarebbe l’invito a nozze per i funghi.

Funghi ai piedi, un problema che può essere evitato con tanta attenzione e le giuste precauzioni

Funghi ai piedi, allarme in piscina, ecco come rimediare-curiosauro.it 17-07-22
Funghi ai piedi, allarme in piscina, ecco come rimediare(pixabay)-curiosauro.it

Inoltre, bisogna avere una cura ancora più approfondita della propria igiene, lavandosi bene dopo i bagni al mare o in piscina. Mantenendo le zone asciutte, soprattutto tra le pieghe della pelle, dei piedi delle mani, inguine, ascelle e così via…Bisogna, poi, prendersi cura delle ferite. Al mare, soprattutto in zone di sassi, c’è l’alto rischio di tagli e piccole ferite. Bisogna immediatamente disinfettare e medicare, onde evitare problemi più gravi.

Previous articleCome monitorare la salute della tiroide con le analisi del sangue | Valori e malattie connesse
Next articleAttenzione alla vostra bocca: questi segnali evidenziano una grave malattia