Tinte per capelli e cancro al seno: bisogna bandire questa sostanza chimica

Le tinte per i capelli sono cancerogene? Secondo le ultime ricerche il dato è inconfutabile. Il rischio mette in stretta relazione l’uso di tinte permanenti e cancro al seno. Alcune sostanze contenute nelle tinture per capelli sono infatti classificate come cancerogene. E se utilizzate ad alte concentrazioni e in modo prolungato, gli effetti possono essere terribili.

Anche se non tutte le tinture sono pericolose, molti ricercatori hanno notato un aumento di rischio di sviluppare un cancro al senso quando si usano colori molto scuri e di vecchia produzione. Fra le tinte attualmente in uso, il rischio sarebbe relativo all’utilizzo molto frequente di tinture e per chi ha familiarità con questo tipo di tumore.

Tinta - www.curiosauro.it
Tingersi i capelli con colorazioni permanenti è rischioso? (Pxhere) – www.curiosauro.it

Cancro al seno e tinte: la correlazione

Uno studio molto discusso, svolto da ricercatori statunitensi su colorazioni per capelli e donne americane, ha notato una preoccupante correlazione fra sviluppo di cancro al seno e tinte. Cominciamo però col dire che negli USA i prodotti cosmetici per la colorazione contengono sostanze chimiche che in Europa non sono permesse… Nel nostro Paese c’è però un possibile aumento di rischio di alcuni tumori (sempre al seno e poi alla vescica) per i professionisti, ovvero i parrucchieri, che sono esposti a tali sostanze in modo significativo.

Nello studio pubblicato nel 2019 sull’International Journal of Cancer i ricercatori hanno analizzato i dati di quasi cinquantamila donne e le composizioni chimiche di prodotti permanenti usati con più frequenza per le tinte. E sembra che tale uso faccia aumentare il rischio di cancro soprattutto nelle donne di colore. L’uso di tinture permanenti risulta dunque associato a un aumento del rischio relativo di ammalarsi di cancro del seno del sette percento. Ma la variabilità è alta, e si toccano punte di rischio del venti percento.

Il pericolo non si nasconde solo nelle tinture permanenti per capelli ma anche nei prodotti liscianti. E le vittime più esposte sarebbero le donne afroamericane. L’argomento è molto discusso… E non tutta la comunità scientifica è d’accordo. Ci sono esperti di genetica molecolare convinti che l’uso di tinture per capelli aumenti il rischio di sviluppare un carcinoma mammario. E poi ci sono tanti altri ricercatori che pensano che gli studi finora prodotti non abbiano offerto prove significative.

Sostanze pericolose

Cancro tinta - www.curiosauro.it
I parrucchieri sono esposti a un gran numero di sostanze chimiche presenti nel loro ambiente di lavoro, tra cui i potenziali cancerogeni contenuti nelle tinture per capelli (Getty) – www.curiosauro.it

Lo studio del 2019 ha però dimostrato che una correlazione può esserci… Secondo i ricercatori americani, le donne abituate a un uso regolare e continuato di tintura permanente per capelli hanno una probabilità più alta di sviluppare un tumore al seno. Inoltre, tra le donne afroamericane, l’uso di tinte è stato associato a un aumento del rischio del sessanta percento di cancro al seno rispetto a un aumento dell’otto percento per le donne bianche.

Un tempo nelle tinte c’erano sostanze come la formaldeide. Oggi non sono presenti molecole cancerogene vietate. Ma si teme che tra i moltissimi ingredienti (in media una tinta può avere fino a cinquecento molecole diverse) possano celarsi sostanze pericolose. In generale gli esperti non ritengono che tutti questi dati siano sufficienti a sconsigliare l’uso della tinta per capelli. Ma per stare sicuri è meglio evitare i colori permanenti e scegliere quelli semipermanenti.

Previous articleAstrafobia, quando un temporale può far male alla nostra salute mentale
Next articleIl tumore di cui senti l’odore: un importante sintomo da non ignorare