Archeologia | Svelato il mistero dei teschi allungati ritrovati in Perù

Una pratica nota tra li abitanti del Perù. Si tratta della dolicocefalia, ovvero l’allungamento dei crani dei neonati diffusa anche in altre zone del mondo, tra cui l’Europa. Un mistero di teschi che si infittisce

Ci sono delle culture che hanno indotto l’estensione del cranio a causa di uno strano e quasi macabro ideale di bellezza. Sulla rivista Current Anthropology la pubblicazione di una ricerca che vede analizzati teschi di donne appartenenti alla valle del Colca (Perù). I Collagua. Le ossa analizzate sembra appartenessero a donne di zone elitarie, con una dieta più varia e un tenore di vita più alto.

Archeologia| Svelato il mistero dei teschi allungati ritrovati in Perù-curiosauro.it- 060622
Archeologia| Svelato il mistero dei teschi allungati ritrovati in Perù-curiosauro.it

Una condizione che riguardava diverse famiglie importanti

Si tratta di una condizione che riguardava diverse persone, tutte appartenenti a ceti sociali alti. Anche i Paracas, una popolazione che  è durata 1000 anni ed appartiene a ben tremila anni fa. I Paracas avevano questa particolare conformazione di ossa allungate del cranio. Una singolare condizione che pare appartenesse non solo a loro, bensì ad altri esponenti di famigli abbienti Inca.

I teschi che ebbero fine on i conquistadores

Archeologia| Svelato il mistero dei teschi allungati ritrovati in Perù-curiosauro.it- 060622
Archeologia| Svelato il mistero dei teschi allungati ritrovati in Perù-curiosauro.it

Molte le persone che presentavano questa formazione particolare sia in Bolivia che in Perù. Chi aveva il cranio lungo apparteneva ai piani alti della società e si occupava di amministrare i campi e gli scambi con le popolazioni confinanti. Queste persone godevano di rispetto e di ammirazione. Un vero e proprio segno di riconoscimento che veniva indotto nei neonati, attraverso particolari fasciature e strutture poste intorno al cranio. Queste favorivano uno sviluppo longilineo del capo, modificando il nomale sviluppo e andamento di crescita cranica nei bambini nonché futuri adulti. Ma nel XVI secolo la pratica fu abolita dai conquistadores.

Previous articleSpazzolino da denti, non immagineresti mai quanto sia pericoloso
Next articleLe riconosci dall’atteggiamento e quando le scopri meglio starci lontano