Se te lo offrono al bar, forse è meglio lasciar perdere…

In Italia sono quasi sei milioni i consumatori di alcolici. Secondo un recente sondaggio, quasi tutti i ragazzi sotto i dodici anni hanno già provato la birra o il vino almeno una volta. E sopra i dodici anni sono in tanti a passare alle bevande più forti. Ma ci sono superalcolici che possono davvero incendiarvi lo stomaco e poi la testa. Quindi state attenti. Se vi offrono uno di questi alcolici al bar, lasciate stare!

Sapete quali sono gli alcolici più forti in commercio? Oggi ve ne presenteremo cinque. Bottiglie dalla gradazione esagerata, che possono stendervi con pochi sorsi. Eccovi la classifica dei drink da evitare al bar.

Alcolici con gradazione maggiore www.curiosauro.it
Vi piace bere alcolici forti? Vi siete mai confrontati con i drink più cattivi della storia? (Pixabay) – www.curiosauro.it

Non lasciatevi lusingare se ve li offrono al bar: i classici italiani

Nel nostro Paese si consuma soprattutto vino, ma non si disdegnano i digestivi. Ecco, il famigerato Latte di suocera passa per un digestivo… o come un prodotto storico della distillazione italiana. Questo squarciabudella nacque a metà Ottocento, in provincia di Vicenza, e da allora il suo nome ironico fa sorridere solo finché non si decide di buttar giù un primo sorso. E dire che il liquore in questione ci avverte con un bel teschio stampato sull’etichetta! La gradazione è di settantacinque gradi. Ma c’è anche una bottiglia più soft, che si ferma ai settanta. S’incendia facilmente, quindi si usa spesso nei cocktail per dar vita all’effetto flambé.

Un altro distillato tipico dei bar italiani è il Centerbe. Un liquore aromatico tradizionale. Un tipico digestivo pieno di violenza abruzzese. Si ottiene per infusione di erbe aromatiche e officinali montane. E raggiunge i settanta gradi alcolici. Anche qui, se ve lo offrono a fine pasto, cercate di evitare…

Campioni esteri

Vodka www.curiosauro.it
La vodka che potrebbe stendervi dopo due sorsi… (Pixabay) – www.curiosauro.it

Se vi piace la vodka non lasciatevi mai tentare dalla Balkan Vodka. Si tratta di un distillato bulgaro, che però non ha nulla a che fare con la classica vodka (che si ferma al massimo a quarantacinque gradi). Qui la gradazione è di ottantotto gradi. Quini nel vodka-tonic metteteci qualcos’altro.

Attenti poi all’Everclear. Un prodotto così forte da essere vietato in buona parte degli Stati Uniti. Tocca i novantacinque gradi. In pratica è alcol puro. I baristi lo conoscono bene, perché lo usano come base per due cocktail storici dal nome emblematico: l’Instant Death e lo Screaming Purple Jesus.

Se vi offrono un alcolico trasparente chiamato Spirytus, fuggite lontano! Questa vodka polacca supera ogni record con la sua gradazione di novantasei gradi. Forse la benzina raffinata è meno forte.

Previous articleOggetti fuori posto che diventano prove di esistenza di civiltà aliene
Next articleSono sempre vicino a noi e non ci abbandonano mai. Così la morte fa meno paura!