Colesterolo: forse quello che sai sull’alimentazione è una “bufala”

Spesso ci ritroviamo ad applicare “regole” che non sono propriamente utili ai fini di una corretta alimentazione

Uno stile di vita sano parte innanzitutto da una corretta alimentazione. Quest’ultima deve essere ben bilanciata, soddisfare il palato, saziare il giusto e soprattutto priva di eccessi. Non bisogna demonizzare grassi e carboidrati. Questi ultimi fanno debbono far parte della nostra dieta come le proteine. Bisogna imparare a saper ascoltare il proprio corpo e mangiare in modo “naturale” senza ansie o pressioni. Un mito da sfatare riguarda la consumazione settimanale di un alimento spesso demonizzato: le uova…

Alimentazione: sfatiamo una volta per tutte i falsi miti sulle uova-curiosauro.it- 200522
Alimentazione: sfatiamo una volta per tutte i falsi miti sulle uova-curiosauro.it

Le uova, basta dire “colesterolo”

A dissipare i dubbi Elena Dogliotti, biologa nutrizionista e supervisore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi che pone l’accento sul colesterolo. Quest’ultimo sembrerebbe per l’80% dei casi autoprodotto. A fare la differenza non è tanto la dieta – che comunque è un aspetto che non va assolutamente sottovalutato , ma la predisposizione genetica. Infatti un non corretto funzionamento della regolazione del colesterolo porterebbe a livelli elevati di colesterolo nel sangue. Per quanto riguarda le uova sono ricchissime di elementi fondamentali per il nostro organismo.

Alimentazione: quante uova a settimana?

Alimentazione: sfatiamo una volta per tutte i falsi miti sulle uova-curiosauro.it- 200522
Alimentazione: sfatiamo una volta per tutte i falsi miti sulle uova-curiosauro.it

Le linee guida consigliano – sulla media basata su esigenze e diverse caratteristiche dei consumatori – di mangiare non più di 3-4 uova a settimana. Ma non è una regola che vale per tutti. Anche perché ciò che aumenterebbe i livelli di colesterolo nel sangue non sarebbe il colesterolo in sé assunto tramite gli alimenti, bensì acidi grassi saturi e trans. Questi avrebbero “l’onere” di sbilanciare il profilo lipidico del quadro ematico. Quanto alle uova sono ricche di proteine, antiossidanti, vitamine, acido oleico.

Qualche consiglio utile

Gli alimenti che vanno ridotti sono quelli che contengono acidi grassi saturi e trans sono i cibi industriali, i latticini, ecc.. Inoltre vanno evitati assolutamente gli zuccheri. Le uova possono essere consumate anche in quantità maggiori di 4 a settimana, a patto che siano ben inserite nella dieta, accostate insomma a cibi non grassi e dall’alto contenuto calorico. Possibile quindi consumare anche la quantità di un uovo al giorno. Ovviamente bisogna consultare il proprio nutrizionista per scongiurare problemi legati a calcolosi biliari, allergie e altre patologie che possono interferire con l’assunzione eccessiva di questo alimento.

Previous articleSono i più amati al mondo, sono italiani, ma non tutti se lo aspetterebbero
Next articleChili di troppo ed è caccia agli integratori, ma attenzione alla salute…