Pazzesco: due giganti scoperti in Sardegna

Continuano a spuntare fuori tesori dalla necropoli nuragica dell’Oristanese. Negli ultimi giorni, appena riaperta la campagna di scavo, gli archeologi hanno scoperto due nuovi giganti. Parliamo di due nuove statue monumentali. Li chiamano pugilatori…

I preziosi reperti si aggiungono alle opere di tremila anni fa che hanno reso famoso nel mondo Mort’e Prama, il sito archeologico sardo. Ovviamente, si tratta di un’occasione unica per approfondire i misteri ancora irrisolti del sito.

Il volto del gigante sardo appena scoperto (captured) - www.curiosauro.it
Il volto del gigante sardo appena scoperto (captured) – www.curiosauro.it

Altri due giganti scoperti in Sardegna, a Mont’e Prama

C’è grande soddisfazione in Sardegna, e non solo. Anche il ministro della cultura Dario Franceschini ha commentato la scoperta dei due giganti con un commento ufficiale. “Una scoperta eccezionale alla quale ne seguiranno altre”, ecco cosa ha dichiarato il ministro.

I due nuovi giganti trovati a Mont’e Prama devono essere al più presto messi in sicurezza e restaurati. Abbiamo a che fare con opere antichissime dal valore storico e culturale immenso. E il territorio sardo, così ricco di tradizioni e misteri, va valorizzato e promosso nel mondo anche attraverso queste opere. Sempre Franceschini ha ricordato come il nuovo doppio ritrovamento sia avvenuto a poco meno di un anno dalla nascita della Fondazione che vede impegnati il MiC, il Comune di Cabras e la Regione Sardegna.

Appena riaperti gli scavi, ecco la sorpresa

Nuove scoperte in Sardegna, in provincia di Oristano (captured) – curiosauro.it

Dunque a pochi giorni dalla ripresa dell’ultima campagna di scavo, la necropoli nuragica di Mont’e Prama a Cabras (Oristano) ha saputo sorprendere gli archeologi con due doni inaspettati. Le due nuove statue monumentali appartengono alla schiera dei famosi giganti. E così si arricchisce la collezione di misteriosi e affascinanti agoni in pietra risalenti a tremila anni fa. I due ultimi giganti fanno parte dei pugilatori. E faranno compagnia agli altri boxer antichi, ai guerrieri e agli arcieri di cui gli storici ignorano ancora la funzione reale.

Cosa abbiamo trovato nello specifico? Gli archeologi hanno scoperto i torsi possenti di due pugilatori, con dei grandi scudi flessibili a copertura del ventre. C’è anche una testa. E fra gli altri frammenti importanti notiamo delle gambe e altre parti dei corpi. Ci sono infine frammenti di un modello di nuraghe.

La civiltà nuragica nacque intorno al II millennio a.C., quindi nell’età del bronzo, e durò fino all’arrivo dei Romani, nel 200 a.C. I Giganti di Mont’e Prama sono un gruppo di una quarantina di statue alte fino a due metri e mezzo. I primi giganti furono rinvenuti nel 1974 nei pressi di Cabras, in provincia di Oristano. Raffigurano guerrieri, arcieri, lottatori, modelli di nuraghe e pugili con scudo e guanto armato.

Previous articleSamsung arriva al cervello e tenta l’impossibile
Next articleWi-Fi lento? Ecco alcuni trucchetti utili per migliorare la connessione