Malcom MacDonald, l’uomo con un pene sul braccio

La realtà supera la fantasia… Si dice così, no? E questo adagio vale di sicuro per la storia di Malcolm MacDonald, un uomo che, a causa di un’infezione aveva perso il pene. Che però gli era stato riattaccato, ma non nel posto giusto… Da un po’ di anni Malcom girava con un pene sul braccio. La sua vicenda è molto interessante dal punto di vista medico. Scopriamo perché…

Malcolm è diventato ormai famoso come l’uomo a cui è stato staccato un pene dal braccio e riattaccato nel punto giusto. Ma in realtà quest’uomo di quarantasette anni del Norfolk (Inghilterra) era famoso pure prima… Partecipava infatti a varie trasmissioni e documentari in tv per raccontare la sua tragedia, ossia di come il suo pene era caduto.

Malcolm MacDonald-L'uomo con il pene sul braccio (captured) - www.curiosauro.it
Malcolm MacDonald-L’uomo con il pene sul braccio (captured) – www.curiosauro.it

Malcolm MacDonald: chi è l’uomo con il pene cresciuto sul braccio

Il nostro Malcolm MacDonald era già padre di due figli quando nel 2010 ha perso il pene dopo aver contratto una devastante infezione del sangue. L’uomo ha raccontato che il membro gli è caduto d’improvviso nel gabinetto… Dev’essere stato sconvolgente. Ma MacDonald ha avuto il sangue freddo di recuperare il pezzo e di portarlo al pronto soccorso. Purtroppo il pene era inutilizzabile…

Per fortuna, però, i medici gli hanno innestato un nuovo pene. Non sull’inguine, purtroppo. Dato che la zona era ancora infetta, i chirurghi glielo hanno attaccato sul braccio. Il povero Malcolm, tuttavia, credeva che avrebbe dovuto imparare a vivere con l’imbarazzante rigonfiamento sotto la manica solo per un breve periodo. Massimo un mese o due. I medici gli avevano infatti promesso un’altra operazione per spostare il membro tra le gambe.

E qui è arrivata l’ennesima complicazione. L’operazione è stata posticipata, prima a causa di ritardi interni dell’ospedale e poi della pandemia di Covid-19. E così Malcolm è stato lasciato con il pene sul braccio per sei anni.

La situazione medica

La storia dell’operazione di Malcom MacDonald (Pixabay) – curiosauro.it

Senza scadere in sciocche ironie, sarebbe ora interessante approfondire alcuni particolari. Perché il pene sostitutivo di Malcolm è stato innestato sul suo braccio? Pare che in un primo momento i medici avessero intenzione di innestare il pene tra le gambe già durante la prima operazione, ma c’erano due problemi. L’infezione non del tutto risolta all’inguine e la mancanza di ossigeno nel sangue. In pratica non arrivava troppo ossigeno nella parte inferiore del corpo. Per questo i chirurghi hanno ritenuto più sicuro innestarlo prima sul braccio.

Il pene nuovo di MacDonald è una ricostruzione. I chirurghi hanno preso un lembo di pelle dal braccio sinistro del paziente e lo hanno arrotolato a forma di pene. Hanno anche creato un’uretra all’interno della pelle e installato due tubi che potrebbero essere gonfiati con una pompa a mano per consentire a Malcolm di avere erezioni e quindi rapporti sessuali. L’operazione non è stata semplice ed è costata più di cinquantamila sterline. Ma Malcom si dice contento ora che l’appendice sia stata posizionata nel posto giusto.

Previous articlePerché questo non è il momento più adatto per comprare un nuovo pc o una console
Next article5G city in Italia | Quante città connesse alla nuova rete ci sono