Satan 2, il potente missile russo che potrebbe colpire gli USA

Cosa sappiamo di Satan 2, il missile russo in grado di colpire gli USA? A Mosca lo chiamano RS-28 Sarmat, ma per la NATO l’arma ha un nome ben più minaccioso: SS-30 Satan 2. In pratica è l’arma più potente in circolazione. E per il Cremlino lo sarà per i prossimi trent’anni…

Dopo aver effettuato con successo il test del missile Sarmat, la Russia alza i toni. L’ostentazione di potenza militare russa risuona attraverso il soprannome del missile, conosciuto in tutto l’Occidente come Satan 2. Vladimir Putin è davvero convinto di possedere la testata più potente del mondo.

Immagini dal test del missile Satan2. Il 20 aprile il portavoce del Pentagono John Kirby ha dichiarato che la Russia ha adeguatamente informato gli Stati Uniti del suo recente test di missili balistici intercontinentali (Reuters) – curiosauro.it

Satan 2, la minaccia russa puntata sull’Occidente

Il presidente Putin è tornato alle minacce. “Se qualcuno dall’esterno intende interferire negli eventi ucraini, risponderemo a tono”, ha dichiarato. “Nessuno può permettersi di minacciare la Russia, o la nostra risposta sarà fulminea”. E questa risposta è l’RS-28 Sarmat: un missile balistico intercontinentale pesante, sviluppato nel 2011 come sostituto del precedente R-36M.

Questo missile, progettato per eludere ogni tipo di difesa missilistica, si muove una fase di salita più breve e può raggiungere la zona suborbitale e trasportare fino a quindici testate nucleari (MIRV) o venticinque veicoli ipersonici Avangard (MARV). Il suo raggio d’azione supera i ventimila chilometri. Nel 2021 sono partiti i test finali. E pochi giorni fa Putin ha annunciato che il Sarmat è entrato in servizio. Le forze russe potranno utilizzarlo già da novembre 2022.

Un’arma senza eguali

Missile più potente del mondo
Il missile più potente del mondo è in mano ai russi (Getty) – curiosauro.it

I russi sanno che nessun altro esercito al mondo possiede un missile intercontinentale tanto potente. E soprattutto non c’è nessuno scudo missilistico in grado di fermarlo. I media russi parlano di una “super arma”. Per l’agenzia spaziale Roscosmos, invece, il missile è potenzialmente in grado di colpire New York. Da un punto di vista strategico, Putin si sente ora al sicuro. “Quest’arma unica proteggerà la sicurezza della Russia da ogni minaccia esterna” ha detto il presidente. “E farà pensare due volte coloro che cercano di minacciare il nostro Paese”.

Il Satan 2 è stato realizzato interamente con componenti creati in Russia. Si presenta come un missile bistadio a propellente liquido. Dovrebbe pesare più di duecento tonnellate al lancio e disporre di un carico utile di dieci. La capacità di carico è di quindici testate nucleari da 150 o 300 kT. A quanto pare, però, il missile sarà anche usato per lanciare testate non nucleari. Sfruttando l’enorme energia cinetica sviluppata grazie alla velocità ipersonica, qualsiasi tipo di testata sarebbe infatti distruttiva. Quanto al CEP, cioè alla probabilità di errore circolare, il margine è di cinque metri.

Dobbiamo aver paura? Se il timore ha contaminato anche lo schieramento dei missili antimissile statunitensi GMD, in Europa dobbiamo proprio tremare.

Previous articleForlì: scoperti edifici risalenti al Basso Medioevo e al Rinascimento
Next articleProject Cambria | Cosa sappiamo del nuovo visore VR della Meta