Carte prepagate: ecco le migliori

Quali sono le migliori carte prepagate in Italia? Ormai tutte le carte di pagamento modello SVC (ossia a valore memorizzato o prepagate) riescono a offrire funzioni simili alle carte di debito e alle carte di credito anche se rispettano uno statuto differente. L’offerta è di fatto sterminata: esistono centinaia di carte diverse. Oggi cercheremo di capire quali sono le migliori in base ai costi, agli investimenti e alla comodità.

Queste carte esprimono un valore monetario memorizzato che è pari all’importo caricato sulla carta stessa. In questo senso sono indipendenti da conti esterni gestiti da un istituto finanziario. Si tratta quindi di depositi collegati a un cosiddetto borsellino elettronico, il cui accesso è garantito dalla carta stessa.

Quali sono le migliori carte prepagate presenti sul mercato italiano? (Pixabay) – curiosauro.it

Le migliori carte prepagate sul mercato

Tutte le carte prepagate che tratteremo sono accomunate dal fatto che il pagamento viene addebitato istantaneamente e sono gestibili attraverso app. E quasi tutte sfruttano gli stessi circuiti delle carte di credito (VISA Electron, MasterCard…). Scegliere una carta fra le tante è complicato. Bisogna perciò guardare alle proprie esigenze specifiche. Ci sono per esempio carte con canone gratis, altre dove il prelievo non comporta costi e quelle convenienti sui bollettini. Ci sono quelle poi per i minorenni e quelle che funzionano meglio per chi viaggia.

Concentriamoci sulle migliori carte ricaricabili con IBAN. Ormai il tempo di PayPal è andato. Per la maggiore vanno PostePay Evolution e Mooney. La PostePay ha un canone variabile che va da zero a dodici euro all’anno. La ricarica costa fino a due euro e cinquanta. L’attivazione costa cinque euro. Ma è comoda perché si attiva all’ufficio postale ed è ritenuta sicura perché offre numerosi servizi aggiuntivi se associata a un conto delle Poste. La PostePay normale non è associata a un IBAN. La Evolution invece offre un IBAN e molte funzioni aggiuntive. Per esempio: pagamenti e prelievi presso tutti i tipi di ATM, accredito dello stipendio o della pensione, pagamenti di bollettini, domiciliazione, acquisti contactless, possibilità di partecipare al Cashback e alla Lotteria degli Scontrini.

La Mooney è più versatile. Si attiva online o dalla app, e può essere acquistata in bar, tabaccai ed edicole. Offre un canone gratuito per il primo anno. Dopodiché la tariffa è di otto euro. Il costo di attivazione è pari a cinque euro. Anche la Mooney ha un IBAN associato e si può usare per bonifici, pagamenti, domiciliazioni, prelievi e altro.

Le altre carte

La carta Mooney (Commons license) – curiosauro.it

La Mooney e la Evolution sono quindi le carte prepagate migliori in Italia, dato che offrono garanzie e promozioni (con sconti sui prelievi). Le altre carte da tenere in considerazione sono la Hype, la Tinaba e la Yap.

La Hype è a canone gratuito (le opzioni aggiuntive chiedono due euro e novanta al mese). La ricarica costa due e cinquanta. Funziona bene su internet e come contactless. La Tibana ha il canone e la ricarica gratis e permette investimenti con Banca Profilo. La Yap può essere usata anche dai minorenni.

Previous articleL’intelligenza artificiale invade anche il settore del fitness
Next articleTerre rare: perché sono elementi importantissimi