Interpreta l’immagine e scoprirai quanto sei vecchio dentro [TEST]

L’età è una questione mentale. Quante volte ce lo siamo sentiti ripetere? Ma è davvero così? Esistono molti test studiati per valutare l’età mentale di una persona. Anche il classico test del QI offre una simile interpretazione. Ma oggi vogliamo sottoporvi un test molto più semplice e veloce. Vuoi sapere quanto sei vecchio dentro?

Ci capita spesso di incontrare persone della nostra stessa età che però ci sembrano più giovani o più vecchie di noi. Dipende da loro caratteristiche specifiche? O forse dipende da come vediamo e interpretiamo il mondo?

Guarda bene quest’immagine… Che cosa vedi? (Commons license) – curiosauro.it

Un test per capire quanto sei vecchio (o giovane) dentro

C’è chi si sentirà per sempre un ragazzino, e chi già a vent’anni comincia a sentirsi vecchio. L’età anagrafica conta ed è un riferimento ineluttabile. Eppure sappiamo benissimo che, soprattutto a livello mentale, gli anni di un individuo possono essere valutati, interpretati e giudicati in modo diverso. Prendiamo per esempio in esame questa illusione ottica (quella nella foto qui sopra). Si tratta di un’immagine semplice, che può essere vista e interpretata in due modi diversi. E ora rispondete: che cosa avete notato al primo sguardo?

Queste illusioni ottiche sono spesso usate in psichiatria e in analisi per rivelare stati d’animo e sfumature non evidenti del carattere. Ma bisogna essere sinceri e veloci nella valutazione. Conta cioè la prima impressione.

Ragazza o anziano?

Essere giovani e sentirsi anziani; essere anziani e sentirsi giovani: è tutta una questione di mente! (Pixabay) – curiosauro.it

Quale figura hai notato subito? La ragazza o l’anziano? Con questa illusione, molti valutatori pensano di poter comprendere l’età mentale di un soggetto. Per età mentale, lo sappiamo, intendiamo la freschezza e l’elasticità del pensiero, ovvero la plasticità neurale e la vivacità caratteriale. Aspetti che poco hanno a che fare con l’età anagrafica. E non è detto che essere giudicati più maturi sia un male. Certe volte essere vecchi dentro è sinonimo di profondità e di maggiore consapevolezza

Insomma, se la prima cosa che hai visto nell’immagine è la figura di un anziano meditabondo con il capo chino, ciò vorrebbe poter implicare una certa maturità mentale. Il pensiero è quindi ben strutturato dall’esperienza, consapevole della realtà e capace di penetrare sia il bello che il brutto in ogni situazione. Parliamo di saggezza

Se invece sei riuscito a vedere una ragazza, ciò significa che dentro sei un bambino! E anche questo non è un male, anzi! Essere giovani dentro vuol dire conservare entusiasmo, innocenza, freschezza emotiva. Ricordate cosa diceva Pascoli? Che per essere davvero felici e per interpretare con la giusta prospettiva il mondo bisogna essere “fanciullini“, mantenere lo sguardo entusiasta dei bambini, per meravigliarsi di fronte a tutto.

Al di là del test, con cui abbiamo giocato, ricordate che la vera età è sempre quella percepita, che è una sintesi complessa (non una semplice media) fra l’età anagrafica, quella biologica, quella mentale e quella psicologica.

Previous articleIl primo impatto mai documentato di un oggetto alieno sul nostro pianeta
Next articleFar esplodere la Luna… qualcuno voleva farlo davvero!