I cani fanno bene ai bambini; ecco perché

Un nuovo studio pubblicato su Pediatric Research afferma che la presenza di cani in famiglia migliora il benessere sociale e migliora lo sviluppo emotivo dei bambini più piccoli. In pratica, un cane in casa può aiutare l’infante a gestire meglio le proprie emozioni e a maturare socialmente.

Dei ricercatori dell’Università dell’Australia occidentale hanno scoperto che i bambini che abitano con un cane da compagnia rivelano maggiore benessere sociale ed emotivo. Sembrano quindi più sereni e vivaci rispetto ai bimbi che non hanno animali a quattro zampe in casa. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno analizzato i dati raccolti da un sondaggio dello studio PLAY Spaces and Environments for Children Physical Activity (PLAYCE)…

La presenza dei cani in casa stimola lo sviluppo emotivo e sociale dei bambini… (Pixabay) – curiosauro.it

Cani e bambini: un rapporto conveniente

Lo studio in questione ha coinvolto quasi settecento famiglie. I requisiti erano ospitare dei cani in casa e avere uno o più bambini di età compresa tra i due e i cinque anni. Al fine di raccogliere dati più soggettivi il sondaggio PLAYCE ha chiesto ai genitori di valutare l’attività fisica e lo sviluppo socio-emotivo dei loro figli.

Dopo aver tenuto conto di altri fattori rilevanti e più statistici, i ricercatori hanno cercato di ottenere un risultato interpretativo generale. Sono così giunti alla conclusione che i bambini che vivono a stretto contatto con dei cani hanno il 23% in meno di probabilità di sperimentare difficoltà con le proprie emozioni e le interazioni sociali. In più, i piccoli che giocano con cani rivelano il 30% in meno di probabilità di assumere comportamenti antisociali. Sembrano anche più generosi e disposti al confronto attivo.

Tutti sappiamo che i cani offrono benefici affettivi ed educativi ai bimbi. Ma a quanto pare lo studio dimostra che la semplice presenza di un cane in famiglia possa aiutare anche a livello più profondo. I cani allenano all’empatia, al rispetto, al confronto

I dati della ricerca

Ecco perché è un bene far crescere un bambino a contatto con un cane… (Pixabay) – curiosauro.it

I bambini che sono cresciuti con i loro cani sembrano quindi più equilibrati ed emotivamente più consapevoli. Coloro che sono soliti andare a spasso con i cani di famiglia almeno una volta a settimana presentano il 36% in meno di probabilità di avere un cattivo sviluppo sociale ed emotivo. Un altro dato rivela che i bambini che giocano spesso con il loro cucciolo hanno il 74% in più di probabilità di sviluppare cura verso le altre persone e imparare a mettere in campo comportamenti premurosi verso i più deboli.

Tutti questi risultati indicano che avere un cane può favorire lo sviluppo e il benessere dei bambini. E non è un mistero che fra cane e bambino possa svilupparsi un legame forte, speciale… E sarebbe bello poter comprendere l’esatto meccanismo che collega la vicinanza di un cane ai miglioramenti dello sviluppo sociale ed emotivo nei più piccoli.

Previous articleAlcol, anche in piccole quantità può essere dannoso
Next articleFormula E: Gran Premio a Roma il 9 e il 10 aprile manifesto per la mobilità elettrica