La leggenda dell’albergo fantasma in Francia

C’è chi permotta solo in hotel di lusso e chi in bettole da due soldi, chi si reca in alberghi un po’ tristi e chi frequenta solo hotel con ottime recensioni. E poi c’è anche chi ha frequentato un hotel che è scomparso nel nulla, proprio come se non fosse mai esistito. Ecco la nota storia dell’albergo fantasma francese che terrorizzò quattro turisti inglesi.

L’albergo fantasma… (Pixabay) – curiosauro.it

L’albergo fantasma francese… che non esisteva

Nell’ottobre del 1979, due coppie sposate di origine inglese stavano viaggiando attraverso la Francia per andare in vacanza in Spagna. Geoff e Pauline Simpson e Len e Cynthia Gisby erano stanchi, perciò decisero di trovare un posto dove passare la notte vicino a Montelimar, in Francia. L’Ibis Motel era pieno, ma in fondo alla strada c’era un altro alberghetto…

La stradina era buia e un po’ sinistra. Improvvisamente, pareva di essere piombati in un luogo differente: più oscuro e squallido. I coniugi giunsero comunque al vecchio portone di un edificio in pietra di due piani rivolto verso la strada. Entrando nel palazzo, le coppie furono accolte in una grande stanza che sembrava un bar. Il proprietario non parlava inglese, ma aveva comunque saputo assegnare loro delle stanze. Pauline era nervosa: non voleva più pernottare in quel luogo.

I Simpson e i Gisby trovarono le loro stanze pulite, anche se arredate con gusto un po’ troppo antiquato. I mobili erano di legno pesante, le finestre erano chiuse solo con persiane, e sulle porte non c’erano serrature ma vecchi fermi di legno. Non c’erano i telefoni e mancava la tv. I Simpson scattarono molte foto, divertiti dall’arredamento così retrò.

Dopo una cena consumata nel bar-hall, i turisti inglesi andarono a letto. Secondo la loro testimonianza, la notte passò serena.

Gli strani incontri al bar

Uno strano hotel (Pixabay) – curiosauro.it

La mattina dopo scesero per fare colazione nel solito bar. Qui trovarono altri ospiti: una donna che indossava un vestito lungo e stivali con bottoni e teneva in braccio un cagnolino e due poliziotti francesi in uniformi che sembravano davvero anacronistiche. Len volle domandare agli ufficiali quale autostrada prendere per arrivare a Barcellona. Ma i poliziotti li indirizzarono verso una vecchia strada di campagna che non assomigliava per niente a un’autostrada.

Prima di questo, gli inglesi pagarono il conto ma l’albergatore pretese una cifra bassissima, che sarebbe bastata nemmeno per pagare i croissant consumati a colazione.

Due settimane dopo, durante il viaggio di ritorno dalle vacanze in Spagna, le coppie speravano di poter soggiornare di nuovo nello stesso albergo vicino a Montelimar. Ma l’hotel sembrava svanito: al suo posto c’era il tendone di un circo

Il ritorno

Dopo essere tornati a casa e aver sviluppato i rullini delle vacanze, gli inglesi si accorsero che le foto scattate in hotel erano tutte nere…

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> 15 celebrità che viaggiano nel tempo

A quanto pare, intrigati dal mistero, nel 1983 le coppie tornarono nella zona di Montelimar per cercare l’albergo. Anche se trovarono un posto simile, non era l’albergo in cui erano stati nel 1979. La loro storia finì su vari giornali e fu discussa dalla tv britannica. Tutti iniziarono a parlare dell’albergo fantasma.

Geoff Simpson si è lasciato ipnotizzare nel 1985 da uno psichiatra per vedere se c’erano altri ricordi nel suo subconscio, ma nulla di nuovo è saltato fuori. La gente ha dimenticato in fretta quella storia o ha iniziato a pensare che si trattasse di una leggenda…

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Il mago demoniaco che tormentava Salerno – la leggenda di Pietro Barliario

Un’investigatrice britannica, una certa Jenny Randles, crede si sia trattato di un lapsus temporale. Alcuni appassionati di occulto credono che i coniugi inglesi siano tornati indietro nel tempo. Altri commentatori credono invece inverosimile il dettaglio del pagamento: perché l’albergatore ha accettato franchi degli anni ’70?

Previous articleCome trasformare CO2 in carbonio solido: la rivoluzione di un catalizzatore
Next articlePer portare gli astronauti su Marte dobbiamo ibernarli! | L’idea dell’ESA