Batman e le sue antiche origini maya: il mito di Camazotz

Batman? Esisteva già duemilacinquecento anni fa. Sembra impossibile ma è proprio così. Il suo nome era Camazotz. Si tratta di un’antica divinità dei Maya. Ma esiste una connessione?

Batman era una divinità venerata dai Maya!

Non sono stati gli americani a creare Batman. O, almeno, nom sono stati i primi. Una figura molto più antica e inquietante, metà uomo e metà pipistrello, era già presente nel pantheon dei Maya. Avevate mai sentito parlare del dio Camazotz?

Batman non ha bisogno di presentazioni. Ma una minima introduzione è d’obbligo. Abbiamo a che fare con un personaggio immaginario, creato dalle menti di Bob Kane e Bill Finger nel 1939. Un famosissimo eroe, partito dalle storie a fumetti pubblicate dalla DC Comics, divenuto poi cartone animato, soggetto per film d’azione, videogame e serie tv. Di certo, oggi Batman è una delle figure più importanti del mondo dei fumetti e tutti conoscono la sua storia. Si sa, per esempio, che sotto la maschera si nasconde Bruce Wayne, uomo ricco e coraggioso che abita la violenta metropoli chiamata Gotham City.

Camazotz: il pipistrello della morte

Camazotz – curiosauro.it

Circa duemilacinquecento anni fa, molto prima che la DC Comics disegnasse l’immagine iconica di Batman, c’era già una figura simile nella cultura dei Maya. Ma questa divinità era nota anche fra altri popoli dell’America centrale.

Il suo nome era Camazotz. Letteralmente: il pipistrello della morte. Da kame, che significa morte, e sotz che, invece, significa pipistrello. Sfortunatamente, non sono moltissime le rappresentazioni di Camazotz giunte fino a noi. Tuttavia sappiamo che veniva rappresentato nella forma di pipistrello. Ci sono preziose testimonianze di quest’immagine in diversi musei dell’America Centrale, come per esempio al museo di Copán, che si trova in Honduras.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> I GIGANTI | Erano ovunque nel passato ma ce lo nascondono

Le prime tracce del culto legato a Camazotz risalgono al primo secolo a.C. tra alcune popolazioni che vivevano nelle aree dell’attuale Messico. Queste civiltà veneravano una specie di mostro con sembianze umane e con la testa da pipistrello. Aveva denti triangolari che sporgono dagli angoli della bocca. In alcuni codici del mondo azteco le rappresentazioni ricordano l’aspetto di un vampiro.

Il Batman dei Maya (wikipedia) – curiosauro.it

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Guatemala: scoperta una metropoli Maya nella giungla

Nella cultura Maya, la figura del pipistrello era associata alla notte, quindi all’idea della morte e del sacrificio. Camazotz era un dio antico, disceso dal cielo per uccidere le proprie vittime decapitandole. È indubbio che la maschera di Batman tragga ispirazione dalla cultura Maya.

Come divinità, questo uomo pipistrello svolgeva un ruolo fondamentale nella presentazione delle offerte per le divinità maggiori. È documentato che presso le popolazioni mesoamericane, vi era il principio del nextlāhualli (“pagamento del debito”), per il quale occorreva sdebitarsi con un sacrificio, di sangue o di carne, con le divinità per ciò che concedevano.

Previous articleL’Alnwick Garden: il giardino dei veleni più pericoloso al mondo
Next articleL’incredibile storia dell’uomo che comprò Stonehenge