In Gran Bretagna c’è la più imponente muraglia romana: il Vallo di Adriano

Il Vallo di Adriano era un’imponente fortificazione in pietra che separava l’Impero Romano dai territori abitati dai Pitti. In pratica, divideva in due l’attuale Gran Bretagna. Tutte le mura di questo Vallo correvano per ottanta miglia romane, ossia centodiciassette chilometri, da costa a costa. Cioè da Wallsend al Solway Firth. Ma quanto tempo ci misero i Romani a creare questa muraglia?

I segreti del Vallo di Adriano, uno dei siti archeologici più visitati d’Europa (wikipedia) – curiosauro.it

Il Vallo di Adriano, antico limes

Il vallo fu fatto costruire dall’imperatore romano Adriano nella prima metà del II secolo. Rappresentava il confine più a Nord del territorio imperiale. Dall’altra parte c’erano le tribù dei Pitti, ovvero gli abitanti dell’antica regione chiamata Caledonia. Era un limes, cioè un confine politico e geografico, valido ancora oggi. Il confine tra Scozia e Inghilterra, infatti, è più o meno simile a quello antico.

Il muro era presidiato e ben fortificato. Probabilmente fungeva anche da dogana per permettere la tassazione delle merci. Una significativa porzione del vallo fortificato è ancora esistente, in particolare la parte centrale. Per gran parte della sua lunghezza il percorso del muro può essere comunque seguito a piedi. Tutto il percorso è patrimonio dell’umanità protetto dall’UNESCO dal 1987.

Secondo gli storici l’opera fu realizzata in dieci anni. La costruzione ebbe inizio nel 122, sotto il comando del governatore di Britannia, Aulo Platorio Nepote, e venne completata dai militi di tutte e tre le legioni presenti sull’isola.

La struttura del monumento

Le strutture collegate al Vallo di Adriano (wikipedia) – curiosauro.it

Pare che il muro sia stato costruito inizialmente con una larghezza di tre metri. Andando avanti, da un lato e dall’altro, le sezioni divennero più ridotte, fino a sfiorare i due metri e mezzo. L’altezza media era di cinque metri, anche se oggi nessun reperto conserva tale proporzione.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Scoperta in Israele la più antica raffigurazione di Cristo mai rinvenuta

Lungo tutto il Vallo c’erano ottanta fortini, e altrettante porte presidiate: una per ogni miglio. Dopo ogni fortino c’era una torre di osservazione.

Il Vallo di Adriano presentava oltre a una cinta muraria un glacis e un profondo fossato. Questo lungo fosso era armato con file di pali appuntiti. Alle spalle del Vallo c’era una lunga strada militare. Dall’altra parte del muro era stato scavato un altro fossato, molto profondo, che secondo gli storici era il sistema difensivo principale dell’opera.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Scoperta scena rappresentante l’Iliade in Inghilterra

Di recente abbiamo capito che il Vallo non era abitato solo da legionari. Lo sappiamo grazie alla scoperta di un’urna funeraria contente i resti di una donna e un bambino. Di norma i legionari non potevano sposarsi. Ma forse, in Britannia, ad alcuni militi era concesso tenere accanto donne e bambini. Dopotutto era considerato il posto più brutto e pericoloso del mondo… qualche concessione speciale era doverosa!

Previous articleIl Permafrost sta diventando una minaccia: crisi in corso
Next articleEruzione vulcani sottomarini: come nasce uno Tsunami