Wurstel
I wurstel non andrebbero mai mangiati in gran quantità – FOTO: archivio

I wurstel non andrebbero consumati in quantità eccessive, specialmente da parte dei bambini, pena l’insorgere di gravi patologie.

Wurstel, che bontà. Piacciono a tutti noi, grandi e piccini. Eppure dovremmo andarci piano con quello che consideriamo un gustoso manicaretto. Spesso mangiamo queste specialità di carne anche crudi, appena usciti dal supermercato. Invece non è la cosa giusta da fare. Anzitutto i wurstel così consumati contengono numerosi conservanti, e se proprio dobbiamo scegliere come mangiarli, meglio prima cuocerli o bollirli.

Il fatto è che una ricerca ha evidenziato che, soprattutto tra i bambini, che consuma abitualmente una media di oltre 10-12 wurstel o hot dog al mese ha più possibilità di ammalarsi. E si parla di patologie gravi, come cancro o leucemia. Questi prodotti alimentari sono ritenuti tra i più cancerogeni che ci siano.

Wurstel, quante patologie possono causare se mangiati in eccesso

E se solo vedeste come vengono preparati negli impianti industriali… si tratta di un mix di scarti reso appetibile grazie agli aromi, al sale e agli additivi. Vengono identificati come carni lavorate.  Si chiamano “lavorate” o “processate” tutte le carni che sono andati incontro a dei trattamenti per la conservazione: possono essere state conservate con conservanti chimici, affumicate, essiccate o salate.

Queste sono le malattie che possono causare, tumore del colon, dello stomaco, e tumori in generale. Polipi, fibroma uterino, Cisti, Aterosclerosi, Ictus, infarto, pelle e capelli grassi, foruncolosi. Ed anche allergie, menarca precoce nelle bambine, impotenza e disfunzioni negli uomini.

Nessuno tipo di questo alimento è sano

Poi feci acide, deficit cognitivo, obesità o rallentamento del metabolismo, cistite, irsutismo nelle donne. Ed anche stati infiammatori muscolari e articolari. Nessun wurstel è sano, al massimo si può puntare a quelli che si trovano nei reparti biologici o specializzati cioè quelli con legumi. Ovviamente un consumo moderato invece non espone a rischi così marcati. Come sempre la moderazione è alla base di tutto.