vaccini immunità di gregge
Vaccini ed immunità di gregge, cosa c’è da sapere

Le discussioni sull’utilità dei vaccini hanno raggiunto toni esasperati. In questo ambito molti no vax approfittano della cosiddetta ‘immmunità di gregge’.

I vaccini sono finiti da tempo al centro di roventi discussioni tra chi è favorevole al loro utilizzo e chi è contrario. Ed al netto delle cose, la verità è che servono, sono utili se non indispensabili in alcuni casi. Come ogni farmaco, anche i vaccini non sono esenti da degli effetti collaterali.

Ma bisogna ricordare come, da quando sono stati concepiti, hanno contribuito ad abbassare di moltissimo se non a debellare alcune gravi malattie. Ed a renderne altre capaci di mietere vittime su vittime praticamente inoffensive.

Tutto questo è un qualcosa che è agli atti e che è storicamente comprovato. Si parla spesso poi anche della cosiddetta ‘immunità di gregge’. Ovvero la capacità di alcune persone vaccinate all’interno di una comunità che sono poi capaci di creare una sorta di schermo.

Vaccini, è importante farli

Una vera e propria barriera contro quella determinata malattia, anche per coloro che non si sono sottoposti a vaccini. Che in questi casi possono essere anche malati sottoposti a chemioterapia, tanto per fare un esempio. E ci sono anche non vaccinati che sono ben consapevoli di ciò che sia l’immunità di gregge e che ne approfittano

. Ma il rischio di incappare in una malattia se non si prendono le dovute precauzioni c’è sempre. E ad ogni modo questo è un comportamento che si può definire senza troppi problemi irresponsabile. Non sottoporre a vaccini i propri figli vuol dire esporli al rischio di contrarre malattie, e non curarsi a questo punto minimamente della propria incolumità.

Per cui il consiglio è quantomeno quello di informarsi a dovere. Di farsi una idea decisamente più approfondita. E solo poi di prendere una decisione sul continuare o meno a sostenere il fronte no vax.