Tutte le coppie hanno attraversato dei momenti di difficoltà e prima di pensare ad una separazione definitiva esistono alcune strade da intraprendere per cercare di salvare il rapporto: una di queste è la terapia di coppia.

La terapia di coppia è una vera e propria psicoterapia di coppia e perciò deve essere voluta da entrambi i coniugi perché possa portare ad una vera e propria “guarigione”.

I motivi che portano ad un desiderio di separazione possono essere molti e sarà compito dello psicoterapeuta quello di far emergere tutte le problematiche interne della coppia e il numero di sedute sarà fissato di volta in volta dallo psicoterapeuta stesso.

Il problema è che a volte si ricorre alla terapia di coppia troppo tardi, quando ormai le problematiche si sono consolidate a tal punto che neanche la psicoterapia può far molto. Ecco perché è consigliato rivolgersi ad uno psicoterapeuta non oltre i 2 anni di crisi coniugale.

Nel 70% dei casi i coniugi riescono a superare la crisi e dicono di avere in seguito un rapporto migliore di prima. Nel peggiore dei casi ci si può lasciare senza recriminazioni e liti, in modo civile, dopo aver compreso l’uno le ragioni dell’altra e viceversa. In ogni caso vale sempre la pena di darsi un’altra possibilità.