Riuscire a far quadrare i conti e risparmiare allo stesso tempo è una situazione non facile e che tutti non riescono a fare. Il buon proposito di darsi un budget da non oltrepassare è una regola che andrebbe seguita in maniera meticolosa da parte di tutti. Vi consigliamo un trucchetto per poterlo fare al meglio. E’ la regola del 50/20/30, suggerita dalla rivista americana Forbes, e messa a punto da Elisabeth Warren, professoressa di Harvard e attuale senatrice degli Stati Uniti dal Massachusetts.

Cosa sono questi numeri? Non sono altro che percentuali di una spesa complessiva, e in particolare corrispondono a questa suddivisione:

Il 50% del reddito dovrebbe andare alle spese essenziali, ovvero l’affitto o la rata del mutuo, le bollette, il cibo, le spese di trasporto per raggiungere il lavoro, insomma, tutte quelle uscite a cui non si può fare a meno.
Il 20% dovrebbe invece essere destinato ad altri obiettivi finanziari, come per esempio al risparmio, ma anche agli investimenti e, se ne avete, alla riduzione abbattimento dei debiti.
Il restante 30% del reddito è destinato alle spese più flessibili, spese come il cinema, il ristorante, uscite con gli amici.

Secondo Forbes, il primo passo per mettere in pratica la regola del 50/20/30 è determinare con precisione il reddito mensile. E da qui si parte. Il passo successivo è tenere traccia delle spese, magari dividendole in categorie: essenziali, obiettivi finanziari e spese flessibili. Tra gli aspetti positivi di questo metodo, secondo la rivista statunitense di economia e finanza, è che offre un certo grado di flessibilità poiché è possibile modificare leggermente le tre percentuali in modo che siano più vicine al proprio stile di vita. Attenzione a non tagliare improvvisamente tutte le spese dedicate allo svago perché seppur superflue sono comunque attenzioni verso noi stessi e verso chi ci sta vicino indispensabili per poter andare avanti nella vita.