Strade in plastica

La manutenzione delle strade è qualcosa che troppo spesso finisce con l’essere trascurata. Quante volte vi sarà capitato di percorrerne più di una martoriata da buche che spesso possono anche causare pericolosi incidenti. Le polemiche in questo senso sono molte, e toccano anche vari argomenti, come ad esempio la loro effettività utilità in certi casi ed il fatto che più se ne costruiscono e più i danni arrecati all’ambiente aumentano. Tra l’altro la realizzazione delle strade comporta costi non indifferenti, con diversi materiali da dover utilizzare oltre alle spese legate all’impiego di apposite strumentazioni ed alla manodopera. È anche per questo che cercare di tenerle in uno stato di conservazione il più possibile elevato potrebbe in un sol colpo abbattere almeno il dispendio economico legato al mantenimento della loro efficacia nel tempo oltre alla pericolosa eventualità di provocare degli incidenti.

Dalla Scozia arriva in tal senso una innovazione concepita da Toby McCarney, di professione ingegnere. Il nostro ha concepito una idea decisamente unica e geniale, che consiste nell’utilizzare delle materie prime alternative, in grado anche di avere un impatto ambientale minore. McCarney lavora per l’azienda McRebur, che ha scelto di costruire le strade con del materiale plastico. Risultato? Questa particolare direzione in ambito costruttivo ha portato ad un tasso di resistenza migliore del 60% rispetto ai metodi tradizionali, con anche la piacevole conseguenza riscontrata in termini di durata: le strade ‘di plastica’ possono durare fino a dieci volte in più nel tempo e realizzarle costa anche di meno.

La McRebur tratta il 100% della plastica riciclata che altrimenti finirebbe in discarica o sparsa per il mondo, aumentando il tasso di inquinamento. Il risultato del trattamento è un materiale chiamato ‘MR& pellet’ che rimpiazza il bitume consueto estratto dal petrolio e venduto a prezzi molto alti. Il primo prototipo di ‘strada in plastica’ è stato il vialetto di casa di McCartney, da lì poi ci si è espansi per tutto il Regno Unito. Sperando che questa grandiosa idea possa trovare impiego anche su tutto il nostro pianeta.