Una favola che ricorda quella di Cenerentola o del Brutto Anatroccolo, con l’importantissima variante che risulta essere avvenuta nella vita reale. La storia è quella di Khalil Rafati, arrivato a Los Angeles come venditore di auto e ritrovatosi rapidamente a perdere tutto. Inizialmente i suoi affari andavano benone, avendo tra la sua clientela alcuni VIP come Slash dei Guns N’ Roses, ma parallelamente coltivava l’attività di spaccio di sostanze illegali. Dalla marijuana all’eroina il passo per lui è stato breve, fino a diventarne dipendente perdendo lavoro, soldi e dignità. Ricoverato in un centro di recupero, ha deciso però di disintossicarsi passando ad un’alimentazione sana ed iniziando a produrre dei succhi energetici che distribuiva agli altri pazienti del centro. Questa sua abilità nel selezionare gli ingredienti e creare bevande si diffuse rapidamente anche all’esterno e, quando la richiesta iniziò a diventare ingestibile,  Khalil capì che era giunto il momento di avviare un business. Da allora di strada ne ha fatta tanta: è proprietario di ben 6 negozi in tutta Los Angeles in cui si vendono succhi, estratti, frullati e centrifugati con ingredienti esclusivamente benefici come acqua alcalina e sale rosa dell’Himalaya, frequentati assiduamente tra le altre cose da persone dello spettacolo quali i Red Hot Chili Peppers. Che dire, dopo aver toccato il fondo ci vuole tanta forza per ripartire, ma se gli stimoli sono quelli giusti Khalil Rafati ha dimostrato che non esistono limiti!