Una donna ha rifiutato di affittare una casa ad una ragazza di Foggia “perchè meridionale”.

La ragazza si chiama Deborah Prencipe e il 12 settembre ha voluto condividere la sua avventura con un post su Facebook che in poche ore é diventato virale nel quale ha inserito anche le note vocali ricevute su WhatsApp.

In uno di questi audio si sente la proprietaria di casa affermare:

Sinceramente quello che pensa lei non me ne frega un bel niente. Per me i meridionali sono meridionali anche nel 4000, non solo nel 2000, ragione per cui ho frenato un pochettino (nell’affittare la casa ndr). Perché per me i meridionali, i neri e i rom sono tutti uguali. Io sono una razzista al cento per cento e quello che pensa lei non mi interessa. Se vuole comprarsi la casa se la compri, ma per me quello che conta è quello che è scritto sulla carta d’identità. A me da lombarda di Salvini è una cosa che mi importa. Non me l’ha detto mia figlia, l’ho saputo io. Non è un segreto di stato, lei non è una svizzera è una meridionale. Io sono razzista ma sono venuta a saperlo troppo tardi, se l’avessi saputo prima l’avrei fermata”.

Deborah era in cerca di una casa nei pressi di Milano per poter andare a convivere con la sua ragazza, che abita proprio a Milano. Dopo giorni di ricerca aveva trovato una casa che le piaceva moltissimo, a Robecchetto, dopo poco tempo era giá tutto pronto per firmare il contratto. A pochi giorni dalla firma, Deborah viene contattata dalla figlia della proprietaria che in prima battuta le comunica che il contratto sarebbe slittato di un mese e dopo qualche giorno le dice che preferisce venderla piuttosto che affittarla.

“Le rispondo dicendole che non trovo corretto cambiare le carte in tavola all’ultimo minuto e che i patti erano altri”, racconta ancora su Facebook.

Turbata dalle parole della signora, Deborah decide di denunciare pubblicamente l’accaduto con un post su Facebook. La proprietaria non contenta le invia un nuovo vocale in chat, dove si vanta di averle impedito di abitare nella sua casa: “Scriva sotto il post che la signora è una salviniana, è una leghista come Salvini, come Matteo, il suo capitano è Matteo. Ecco le leghiste cosa fanno, lo dica pure. Sono lieta e serena di essere una leghista perché Salvini dall’inizio ce l’aveva con i meridionali. Scriva che la signora è di Salvini ed è una leghista sfegatata, è molto importante che lo scriva”.

La ragazza ha espresso la sua gratitudine a tutti quelli che le stanno dimostrando solidarietá scrivendo sotto al post di Facebook: “Ci tengo ad aggiornarvi un po’ su come sta procedendo la questione per cui in tantissimi qui e su Instagram mi state scrivendo e state condividendo. Grazie a voi, la storia è arrivata a tanti giornalisti con cui siamo in contatto e condividerò tutti gli articoli che usciranno! Ovviamente, mi sto muovendo anche legalmente! Continuiamo a condividerlo: più viaggia, più (spero) c’è speranza che non capiti ad altri! Grazie di cuore”.