I giapponesi suggeriscono che esiste un metodo semplice che ci permetterebbe di togliere la pancia, assottigliare il punto vita ed essere più alti e slanciati rubandoci solo5 minuti del nostro tempo, a patto di farlo tutti i giorni e per 3 volte al giorno. Viene chiamato il “metodo giapponese per perdere peso” ed è stato messo a punto dal Dr. Fukutsudzi, fisico e chiropratico, il quale dice di aver scoperto che i problemi di grasso addominale sono legati anche a un fatto osseo, nel senso che con il tempo si modificherebbe la struttura ossea della zona pelvica, causando rilassatezza.Secondo il medico, questo metodo farebbe anche perdere peso,ma in realtà gli esperti sono scettici sull’aspetto del dimagrimento, mentre è dimostrato che riduce la circonferenza del punto vita in maniera sensibile e slancia la figura anche di un paio di centimetri in più.

Possiamo definirla una semplice tecnica di stretching

Bisogna avere la massima accortezza nell’esecuzione (perché funzioni) e soprattutto, in assenza di problemi ossei e articolari, cioè poiché non abbiamo il medico a casa, se non siamo in salute è meglio lasciar perdere.Altra cosa di cui ricordarsi è che alla fine del trattamento, che come dicevo dura 5 minuti, bisogna muoversi molto molto molto lentamente per rimettersi seduti, ed evitare movimenti bruschi.Il movimento è semplice, ma prima bisogna avere a disposizione uno o due asciugamani e dello spago o un nastro.Se abbiamo un’altezza inferiore al metro e sessanta, basta un asciugamano da mani, di quelli di media grandezza. Se siamo più alti, gli asciugamani devono essere due.

  1. Stendere l’asciugamano, arrotolarlo non troppo stretto, e fissarlo al centro e all’estremità con lo spago o il nastro per ottenere un rotolo.
  2.  Fatto il rotolo, dobbiamo stenderci a terra (meglio su un tappeto) in questo modo.
  3. Dapprima seduti a pancia in su, con le gambe stese davanti a noi, dobbiamo prendere il rotolo e posizionarlo dietro il bacino.
  4. Poi dobbiamo stenderci completamente, sempre a pancia in su, tenendo il rotolo sotto di noi (deve essere grande abbastanza da coprire la curva lombare).
  5. Le gambe devono divaricarsi fino a raggiungere l’ampiezza delle nostre spalle.
  6. Giriamo i piedi (senza unire le gambe) di modo che si tocchino con la punta degli alluci. E al tempo stesso tenere le mani a palmi in giù (stese sopra la testa, non piegate troppo le braccia) di modo che i mignoli si tocchino.
  7.  Occorre rimanere in questa posizione per cinque minuti e farlo ogni giorno.

Secondo il medico, oltre a togliere la pancia e regalarci uno o due centimetri in più di altezza, questo esercizio se svolto quotidianamente migliora il nostro sonno, regola la nostra energia, riduce lo stress e ci rende più elastici, prevenendo molti problemi articolari.
Risulta difficile mantenere la posizione per cinque minuti di fila, perché è scomoda. Con la pratica però dovrebbe essere via via più facile.