Quando si arriva ai 30 anni, nel nostro corpo, cominciano a cambiare molte cose.

I primi capelli bianchi, le prime rughe, metabolismo che rallenta ma anche un altro fattore: l’odore di vecchio. Con “odore di vecchio” si intende quel particolare odore corporale che emana una persona anziana. È un odore facilmente riconoscibile, che viene solitamente associato alle persone in età senile.

Secondo alcune ricerche condotte dal chimico José María Antón, e riportate dal quotidiano ‘El Pais‘, questa particolare fragranza è da sempre presente nel nostro organismo ma comincia a presentarsi in maniera tangibile dai 30 anni.

È reale e viene identificato come cattivo, ma non ha nulla a che fare con il sudore o altri fluidi corporei o con la mancanza di igiene. È causato dal 2-Nonelale, una molecola che si genera nella pelle quando gli acidi grassi della barriera lipidica si ossidano naturalmente. Il 2-Nonenale puro ha un odore davvero sgradevole. Tanto che quando apriamo una capsula con quella molecola in laboratorio, ogni cosa puzza. È facile da riconoscere.

Il team di laboratorio dell’azienda giapponese Shiseido è stato il primo a documentarlo nel 2001. In una società come il Giappone, dove il profumo è spesso visto come un’invasione dello spazio comune, abbondano gli studi su come funziona l’ossidazione degli acidi grassi e su come mitigare gli odori corporei. Anche così, i giapponesi, molto rispettosi dei loro anziani, chiamano questa essenza del corpo Kareishu, l’odore dei nonni.”

I cambiamenti ormonali della maturità portano a un aumento della produzione di lipidi sulla superficie della pelle. Allo stesso tempo, la nostra capacità antiossidante naturale viene ridotta. Il risultato è che questa perossidazione aumenta in modo esponenziale, con un aumento del 2-Nonenale e un odore sempre peggiore. È quell’odore che si nota anche nelle case di cura, per quanto pulite siano.

I lipidi non sono solubili in acqua. Ecco perché l’odore associato agli acidi grassi è così difficile da eliminare. Questo è diverso dal sudore, che non è altro che un liquido acquoso di sostanze e batteri. Un po’ d’acqua e sapone infatti elimina l’odore di sudore dalla pelle senza problemi.”