Durissima accusa da parte della Bbc a Facebook, reo di non prestare troppa attenzione alle segnalazioni che arrivano da più parti riguardo gruppi e pagine che incitano alla pedofilia, o che sono vicini a questo tipo di aberrante realtà. La Bbc si è attivata, dopo svariate segnalazioni, ed ha segnalato a Facebook oltre 100 foto legate al mondo della pedofilia, anche molto spinte, ed il social ne ha eliminate soltanto 18 di quelle segnalate. Una “disattenzione” imperdonabile per gli stati maggiori dell’emittente, che ha deciso di segnalare questa cosa, ritenuta gravissima.

A quel punto il giornalista che stava seguendo questa vicenda ha deciso di denunciare questo fatto, ed il social network, interpellato in merito a questa problematica, ha espresso dapprima tutto il suo sdegno per l’attacco ricevuto, informando di aver proceduto con la consona procedura che in questi casi prevede una segnalazione al Child Exploitation and Online Protection Centre e dichiarando che “è contro la legge per chiunque distribuire foto che sfruttino l’immagine di bambini”. Facebook però non si è fermata qui, procedendo anche con una denuncia e rivolgendosi alla Polizia dopo l’attacco subito mediaticamente. Dopo questa contromossa le parole del presidente della Commissione parlamentare per i Media Damian Collins sono state di grande sorpresa. La Bbc stava solo cercando di aiutare Facebook a “ripulire la sua Rete”, ha dichiarato Collins, che ora nutre “forti dubbi” sul funzionamento del sistema di controllo dei contenuti. Una querelle che sembra essere solo all’inizio….