Sono state ritirate dal mercato delle salviette umidificate per neonati perché contengono batteri che causano infezioni ai nostri figli.

salviette umidificate per neonati ritirate

Salviette umidificate per neonati sono state ritirate perché contaminate

La società che li produce ha ritirato dal mercato queste salviette umidificate per neonati perché posso causare infezioni batteriche nei nostri figli.

La multinazionale americana, Kimberly-Clark Corporation, con sede in Italia nella fabbrica di Rovagnano Sesia, vicino Novara, ha richiamato le salviette umidificate per pelli sensibili Baby Wipes.

Il motivo del ritiro dal commercio è perché , dalle verifiche effettuate, contengono il batterio patogeno del genere Enterobacter gergoviae.

Il lotto ritirato e cosa causa

Il lotto che viene richiamato è il numero 024 con data di produzione gennaio 2019.

Chi lo possiede in casa, non deve assolutamente usarlo ma riportarlo presso dove è stato acquistato e chiedere il rimborso o cambiare prodotto.

L’Enterobacter gergoviae, si può trovare nei prodotti di cosmetica che contengono conservanti.

Il batterio colpisce, principalmente, chi ha poche difese immunitarie e può causare varie problematiche come:

  • infezioni del tratto respiratorio
  • infezioni del tratto urinario
  • batteriemia
  • otite
  • cellulite
  • sepsi neonatale

queste infezioni si possono manifestare come :

  • polmoniti
  • cistiti
  • pielite

che possono arrivare fino ad una setticemia o ad un ascesso polmonare.

Alcuni rami del batterio in questione sono anche resistenti agli antibiotici β-lattamici.

La ditta produttrice , fa’ presente, che il prodotto in oggetto non è possibile comprarlo in Italia, ma è disponibile per la vendita on-line su vari siti.

E’ assolutamente consigliabile verificare l’eventuale disponibilità presso le nostre case, e se conosciamo chi lo utilizza, di verificare se non sia il lotto in oggetto.