Raimondo Vianello e Sandra Mondaini

Perché Raimondo Vianello e Sandra Mondaini non sono stati sepolti insieme? – FOTO: screenshot

In molti si sono chiesti per quale motivo Raimondo Vianello e Sandra Mondaini non siano stati sepolti insieme. E c’è finalmente la spiegazione.

Sono e saranno per sempre la coppia più amata della televisione italiana: Raimondo Vianello e Sandra Mondaini ormai già da diversi anni non sono più tra noi. La loro scomparsa avvenne in tempi relativamente ravvicinati, con lui che morì il 15 aprile 2010. Sandra lo seguì il 21 settembre dello stesso anno, dopo una vita passata insieme.

Di loro torniamo fortunatamente a ricordarci nel periodo estivo, quando su Rai 1 dopo il Tg1 delle 20:00 imperversa la fantastica trasmissione delle teche Rai, ‘Techetechetè’, che mostra molto spesso i loro sketch estrapolati dalle trasmissioni del passato. La loro è ironia d’altri tempi, divertentissima e di classe, mai volgare e che ha contribuito a renderli immortali.

C’è una curiosità però che riguarda Raimondo Vianello e Sandra Mondaini. I due, sempre uniti per anni in vita, ora riposano in posti molto distanti tra loro. Lui è stato sepolto a Roma, nella cappella di famiglia che si trova all’interno del Cimitero del Verano. Lei invece venne tumulata a Lambrate, in provincia di Milano.

LEGGI ANCHE –> Nascite, dal 2010 in questo paese nascono solo femmine

Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, la verità

La coppia adottò una famiglia originaria delle Filippine. Famiglia con la quale si venne a creare un rapporto molto saldo. E sono stati i componenti di quest’ultima a fornire una spiegazione riguardo a questa divisione che molti trovano inspiegabile. Semplicemente fu un desiderio di Sandra quello di poter trovare l’eterno riposo accanto alla sua mamma, le cui spoglie si trovano proprio nel cimitero di Lambrate.

Ma per alcuni i motivi sarebbero molto meno romantici: per delle questioni burocratiche infatti non sarebbe stato possibile seppellire la Mondaini nella cappella di famiglia dei Vianello. Una circostanza che l’Ama, l’azienda che gestisce i servizi cimiteriali a Roma, ha smentito con una nota. Per cui la spiegazione che corrisponde al vero è quella che riguarda il desiderio di Sandra di stare vicino alla mamma.

Una cosa confermata anche da una amica di famiglia, la quale ha spiegato anche il perché di un colombario (le tombe ricavate nelle pareti, n.d.r.) come scelta definitiva della tumulazione. “Tra 20 anni avrebbero dovuto spostare Sandra nel caso di una tomba singola, ma chi se ne sarebbe occupato? La verità è che lei voleva stare accanto alla madre, ed un altro suo desiderio fu quello di essere sepolta con un vecchio abito della mamma”.