Alzarsi presto la mattina significa rispettare i ritmi circadiani primitivi, cioè quelli antecedenti all’invenzione della lampadina.

Con la tecnologia odierna, infatti, si dorme molto meno e si fanno più cose durante la giornata.

Lo studio ha visto che andare a letto prima, per poi anticipare l’uscita dal letto il giorno seguente, ha anche dei risvolti sulla vita sociale delle persone: i gufi notturni, infatti, non solo sono più esposti al rischio depressione, ma molto più probabilmente non si sposeranno, vivranno da soli, fumeranno e avranno difficoltà a dormire.

La dottoressa a capo dello studio ha tenuto però a precisare che non ci si deve alzare prima per fare più cose ma, al contrario, per godersi di qualche momento libero durante il giorno.

Ecco qualche piccolo consiglio per riuscire ad alzarsi prima dal letto:

Niente cambiamenti drastici: date tempo al tempo. Fate abituare il vostro corpo ai nuovi ritmi in maniera molto graduale. Iniziate con 15 minuti di anticipo della sveglia per poi aumentare man mano.

  • Andare a letto prima: questo potrebbe voler dire abbandonare le serie TV, i film a notte fonda o i video giochi. Il consiglio è quello di mettersi a letto presto, anche se si pensa di non avere sonno: in compagnia di un libro, gli occhi si chiuderanno in men che non si dica.
  • Allontanare la sveglia dal letto: averla vicino potrebbe voler dire spegnerla senza neanche accorgersene. Mettendola lontana, invece, dovrete necessariamente svegliarvi per silenziarla.
  • Non rimanere a letto dopo la sveglia: forzatevi di non richiudere gli occhi, di uscire da sotto le coperte subito dopo il suono della sveglia.
  • Non razionalizzare: pensare appena svegliati ai motivi per cui ci si dovrebbe alzare porta ad un fallimento sicuro. Fatelo come se fosse un ordine esterno, fate in modo che l’opzione di continuare a dormire non sia contemplata.
  • Trovare una buona ragione: avere un buon motivo per cui uscire dalle coperte aiuta molto. Potrebbe essere una gustosa colazione oppure una vestaglia calda.
  • Prevedere delle ricompense: già, anche le auto-ricompense funzionano! Siate buoni con voi stessi nei periodo in cui state cambiando ritmi.
  • Sfruttare bene il tempo guadagnato: il consiglio è quello di non impiegare il tempo extra in cose non prioritarie. Fate quello che ritenere più importante, che potrebbe anche essere stare con voi stessi senza fare niente.