Il presidente della commissione Trasporti della Camera, Alessandro Morelli, ha proposto di aumentare il limite di velocità in autostrada fino a 150 chilometri all’ora.

L’esponente della Lega ha dichiarato al ‘Corriere della Sera‘: “Il ragionamento è che gli strumenti di sicurezza stradale, attivi e passivi, hanno fatto tanti e tali passi avanti negli ultimi decenni per cui ha poco senso mantenere in vigore quei limiti oggi che i rischi sono connessi a comportamenti diversissimi”.

Il taffico sarebbe più scorrevole” continua Morelli – “Vogliamo consentire di arrivare a 150 km all’ora sulle tratte autostradali di massima sicurezza, e cioè quelle coperte da tutor, con tre corsie per ciascun senso di marcia e asfalto drenante”. I vantaggi? ”Traffico più scorrevole, tempi di percorrenza più rapidi per tutti… e poi, vogliamo dirlo? La libertà di muoversi, fatta salva la sicurezza, in maniera meno legata”.

Il punto vero è che oggi il problema è diventato la distrazione alla guida”, continua Morelli, in nove casi su dieci significa l’utilizzo di cellulari. In realtà, ne ero già convinto: da motociclista ogni santo giorno mi tocca mandare a quel paese qualcuno che al volante fa stranezze pericolose con in mano il cellulare. C’è persino gente che guidando guarda i film sui tablet. Per questo stiamo studiando misure della massima incisività”.

Un’altra proposta della Lega è quella di estendere la sanatoria del decreto fiscale alle entrate comunali, quindi ad Imu e Tasi. A tal proposito si prevede che gli enti locali “possono stabilire, entro il termine fissato per la deliberazione del bilancio annuale di previsione, l’esclusione delle sanzioni” con “riferimento alle entrate, anche tributarie, dei comuni, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale, notificati, negli anni dal 2000 al 2017, dagli enti stessi e dai concessionari della riscossione”.