Si chiama Overtoun Bridge. A molti di voi questo nome non dirà nulla ma questo ponte, che si trova nella città scozzese di Dumbarton, è tristemente noto come il “Ponte dei cani suicidi”.

Alto 18 metri e commissionato da Lord Overtoun, il ponte ha visto tentare il suicidio di oltre 600 cani, di cui almeno 50 hanno perso la vita.

Tantissimi esperti hanno cercato di formulare teorie su questo fatto così insolito, perché i cani non possono avere pensieri suicidi in quanto la loro mente è strettamente legata al passato senza nessun pensiero sul futuro.

Ad esempio, il professor Peter Neville, della Ohio University, crede che questo volersi lanciare dal ponte da parte dei cani sia dovuto soprattutto al forte odore di visoni maschi che attirano i cani.

Altri pensano che un suono particolare, udibile solo ai cani, prodotto dal ponte spinga questi animali a quattro zampe verso il vuoto.

Un’ultima teoria è quella della cosiddetta Dama Bianca di Overtoun: il fantasma della moglie del barone, appassionata di alchimia e satanismo, che ancora vaga tra il castello e il ponte attirando i cani oltre le cinta del ponte.