Roma, la città eterna. Ma voi sapete perché? Ce lo svela ‘Focus’. Generalmente questa definizione viene attribuita all’imperatore Adriano (II sec. d.C.), che avrebbe pronunciato le seguenti, profetiche frasi: “Altre Rome verranno, e io non so immaginarne il volto; ma avrò contribuito a formarlo.

Roma vivrà, Roma non perirà che con l’ultima città degli uomini”. In realtà questa frase è stata scritta nel ‘900 da Marguerite Yourcenar, nel suo romanzo Memorie di Adriano, ed è una frase non attribuibile direttamente a lui. In realtà Roma città eterna era già in uso in epoche precedenti.

Il merito sarebbe da ascrivere al poeta latino Albio Tibullo (55 ca.-19-18 a.C.), noto autore di poemi erotici all’epoca e un po’ sottovalutato ai giorni nostri. Da lui arriva il primo riferimento conosciuto alla Città Eterna