La Suprema Corte ha sentenziato che da ora in poi parcheggiare abusivamente in un posto riservato ai disabili è reato penale.

Questa sentenza è stata emessa a seguito di una storia che ha come protagonista una donna disabile di nome Giuseppina la quale ha condotto una battaglia legale di 8 anni nei confronti di Mario Milano, un uomo di 63 anni che aveva parcheggiato la sua auto nel posto riservato a lei per ben 16 ore non permettendole di rientrare in casa.

La giovane donna, proprio a causa della sua disabilità, aveva riservata un’area davanti casa. Una condizione indispensabile per chi ha una disabilità fisica, tale da non poter consentire di passare ore a cercare un parcheggio o magari di dover fare molta strada a piedi per poter rincasare.

Quando Giuseppina chiamo i vigili urbani le fu risposto che nessuno poteva intervenire in quanto tutto il personale era in riunione ma la Suprema Corte di Cassazione ha alla fine deciso che il signor Mario Milano dovrà rispondere di violenza privata oltre al risarcimento da pagare di ben 5.000 euro.