Il decreto fiscale 2019 ha portato con sé parecchie novità.

Per quanto riguarda il bollo auto non pagato dal 2000 al 2010 e fino ad un importo massimo di 1.000 euro, i debiti risultanti sono stati cancellati d’ufficio.

Il decreto, rinominato “strappa-cartelle“, era in vigore già da mesi ma non presentava alcuna specifica del ministero riguardo il bollo auto e molte persone hanno ricevuto diversi solleciti da parte di Equitalia.

La legge, però, dichiara che il contribuente non deve attivarsi in prima persona perché l’annullamento del debito è automatico. A causa della gestione regionale del bollo però, vi sono ancora interpretazioni arbitrarie della norma.

Ricordiamo inoltre che per il debito deve essere inferiore a mille euro comprensivi di capitale, interessi e sanzioni, contratti tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2010.