moment

Alcuni farmaci sono stati inclusi nel 2014 in una lista nera a causa delle loro presunte connessioni con un aumento della possibilità di contrarre un infarto. Queste correlazioni sono state evidenziate da uno studio dell’università inglese di Nottingham e diffuse dal quotidiano ‘The Guardian’.

Pare che alcuni soggetti che assumono medicinali contenenti ibuprofene e diclofenac risultino essere particolarmente esposti. Queste sostanze si trovano tra gli altri nel Voltaren, e nel Buscofen, oltre che nel Moment. Sono stati osservati circa 9218 pazienti con già una esperienza di infarto, ed a seconda delle loro abitudini e di altri fattori come l’età, è stato possibile notare che il rischio di infarto aumentava in coloro che avevano preso i farmaci sopra citati tre mesi prima di subire un attacco di cuore.

L’ibuprofene farebbe salire tale pericolo del 24%, il diclofenac addirittura fino al 55%. Questo ha portato i ricercatori a comunicare che un 65enne o ultra65enne su 1000 avrà un infarto dovuto all’eccessiva presenza di ibuprofene. Po però arrivano le buone notizia: lo studio non ha infatti stabilito che ci siano gravi rischi per il cuore da una dose occasionale, ma solo da alti dosaggi del farmaco o ad assunzioni frequenti che perdurano nel tempo, magari per curare malattie croniche.

Poi è chiaro che su soggetti più a rischio, come coloro che già sono stati soggetti ad infarto o che hanno patologie cardiopatiche od asma, gli effetti siano più evidenti, così come brutte sorprese arriverebbero nel caso di assunzione di più farmaci contemporaneamente. Quindi se avete mal di testa prendete pure con calma il vostro Moment, ma senza mai esagerare. L’assunzione moderata di questi farmaci non comporterà alcun rischio per la vostra salute.