E’ forse la cosa più istintiva che tu possa fare, ma in realtà può diventare molto pericoloso! Esistono infatti degli oggetti non vanno mai e poi mai scaricati nel water. Perché? Ecco alcune informazioni che farai bene a leggere.

  1. Salviettine umidificate. Sempre più utilizzate per l’igiene di mani, viso e per i bambini, sono composte di un materiale che difficilmente si decompone anche a contatto con l’acqua. Proprio per questo, se accumulate, possono ostruire le tubature e creare un bel po’ di grattacapi ai tuoi sanitari.
  2. Articoli per l’igiene intima. Assorbenti e tamponi, insieme ai preservativi, sono oggetti pericolosissimi per il corretto scorrimento del flusso nelle tubature. Questo è il motivo principale per cui in tutti i bagni pubblici è espressamente vietato scaricarli nel water.
  3. Cotton fioc. Possono sembrare innocui, ma proprio la loro dimensione può diventare letale. Riescono infatti spesso ad evitare i sistemi di filtraggio, finendo per essere riversati in fiumi e mare.
  4. Medicinali. Se parte dei medicinali che ingeriamo viene espulsa dal nostro corpo e quindi scaricata in maniera “filtrata”, lo stesso non avviene per i medicinali scaduti che scarichiamo direttamente. Anche questi vengono filtrati con fatica e finiscono per essere sversati nei mari e nei fiumi inquinandoli pesantemente.
  5. Vernici e prodotti chimici. Come i medicinali, possono rilasciare sostanze tossiche ed essere fonti di inquinamento ambientale.
  6. Sabbia delle lettiere. Potrebbe sembrare una scelta logica, ma gli escrementi dei nostri amici a quattro zampe difficilmente riescono a separarsi dalla sabbia, creando un composto facilmente ostruente per le tubature dei sanitari.
  7. Cibi e grassi. Oltre a rischiare di finire nell’ambiente eludendo i sistemi di filtraggio, i grassi e gli oli dei cibi sono degli elementi che facilmente possono ostruire il sistema fognario e di depurazione delle acque.