Dopo le nuove notizie della cura che sta’ facendo il grande campione Michael Schumacher, a neurolaga Leonardi dice “chiedono la stessa cura tanti pazienti”.

Michael Schumacher

Michael Schumacher e la sua “cura segreta”

La neurologa Leonardi dichiara che dopo le informazioni trapelate sulla cura che sta’ facendo Michael Schumacher, in tanto chiedono lo stesso trattamento.

Matilde Leonardi è direttore del Centro ricerche sul coma dell’Istituto neurologico Besta di Milano e membro della Società italiana di neurologia.

La sua opinione

Ci tiene a precisare che le informazioni che sono state diffuse, alimentano solamente delle false speranze per i parenti di pazienti nelle condizioni del ex campione di Formula 1.

Ha dichiarato in una intervista al ” Messaggero”, che allo stato attuale non esistono sperimentazioni su pazienti e che dimostrino l’efficacia di questo trattamento.

Allo stato attuale, non c’è nessuna informazione in merito a questa determinata cura.

La neurologa, dichiara anche, che sta’ iniziando a ricevere delle telefonate da parte di alcuni familiari di pazienti, nelle stesse condizioni di Michael Schumacher.

Ha tenuto a precisare, che non ci sono ancora informazioni in merito a questa cura, e che diffondendo queste informazioni sulla cura del ex campione di Formula 1, si rischia solamente di far illudere i familiari ed i pazienti.

Nel corso dell’intervista alla specifica domanda se fosse possibile che Michael Schumacher abbia aperto gli occhi, la neurologa ha così risposto: nessuno ha mai detto che il campione non apriva gli occhi.

Esiste lo stato vegetativo e quello di semi coscienza. Nel secondo caso i pazienti possono girare la testa se chiamati, aprire gli occhi, o muovere un pollice in risposta ad una domanda.

Gli studi sulle cellule staminali proseguono.

La dottoressa ricorda un caso documentato dove un uomo dopo 4 anni in stato di minima coscienza ha fatto una risata alla moglie, in risposta ad una sua battuta ed ha poi iniziato a parlare nuovamente.